Sciopero del trasporto aereo: nuovo stop il 17 luglio

Il 17 luglio, dalle 14 alle 18, è stato indetto uno sciopero del trasporto aereo e lo ha comunicato l’Enav.

Orari voli
Orari voli – Lettoquotidiano.it

Chiunque abbia intenzione di partire – soprattutto chi deve volare all’estero oppure percorrere tratte che con il treno sarebbero troppo lunghe – dovrebbe controllare in quale data ha preso il biglietto: il 17 luglio ci sarà uno sciopero che durerà quasi tutto il pomeriggio.

Lo sciopero del trasporto aereo

L’estate non è partita esattamente nel migliore dei modi, ammettiamolo. Avevamo lasciato il Paese in preda alla crisi che la pandemia prima e la guerra in Ucraina poi hanno procurato.

Aeroporto
Aeroporto – Lettoquotidiano.it

E la situazione era già critica così, tanto che neanche gli incentivi ed i Bonus che il Governo ha introdotto nel corso degli ultimi mesi sembrano bastare ad ovviare al problema.

A questo poi si è aggiunta la nuova variante del Covid, la Omicron 5, contagiosa forse anche più delle precedenti, che altro non ha fatto che dare il via ad una nuova impennata di contagi.

E così oggi l’Italia è praticamente divisa tra chi sta pagando le conseguenze della crisi economica, chi è stato contagiato e chi invece cerca di evitare il contagio in tutti i modi possibili.

Il quadro appena descritto non è affatto idilliaco, anzi. Eppure siamo pur sempre in estate e c’è chi vorrebbe riuscire a concedersi almeno una vacanza prima di rientrare nella vita quotidiana.

Partire però potrebbe non essere possibile il 17 luglio 2022: dalle ore 14:00 alle ore 18:00 ci sarà uno sciopero del trasporto aereo.

Chi ha indetto lo sciopero del 17 luglio

Chi ha indetto lo sciopero di domenica 17 luglio? Le organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Ta e Unica, come comunica l’Enav, ma le azioni che hanno proposto sono distinte e separate.

Allo stesso tempo, poi Filt-Cgil, Fit-Cisl / Uiltrasporti / Ugl-Ta e Unica hanno indetto uno sciopero a livello locale nel Centro di Controllo d’Area di Brindisi, poi Ugl-Ta e Unica nel Centro di Controllo d’Area di Milano, Unica nel Centro di Controllo d’Area di Padova, Ugl-Ta e Unica nel Centro di Controllo d’Area di Roma, Fit-Cisl / Ugl-Ta / Unica nell’Aeroporto di Bologna.

E non finisce ancora qui, perché, sempre nello stesso giorno, Ugl-Ta e Unica hanno indetto uno sciopero nell’Aeroporto di Lamezia Terme ed in quello di Ciampino, entrambe poi, insieme a Uiltrasporti ne hanno indetto uno nell’Aeroporto di Torino Caselle.

Ugl-Ta ha indetto uno sciopero negli aeroporti di Napoli e Perugia, mentre Unica in quelli di Brindisi e Pescara.

In ogni caso, però, saranno garantite le prestazioni indispensabili secondo la normativa vigente.