Colesterolo alto, questo gelato ti rovina: si alza all’istante con un sole boccone | Dimenticatelo

Quando si soffre di colesterolo alto rinunciare in estate ad un gelato è un vero sacrificio. Vediamo cosa dicono i nutrizionisti.

Colesterolo alto
Gelato – LettoQuotidiano.it

In caso di ipercolesterolemia possiamo ancora scegliere tra un cono e una coppetta anche se mini?

Colesterolo alto

IL colesterolo è un tipo di grasso nel sangue. Il corpo ha bisogno di un po’ di colesterolo per funzionare bene e produce il colesterolo di cui hai bisogno. Ma ottieni anche il colesterolo dai cibi che mangi.

Medico con targhetta: colesterolo alto
Medico con targhetta: colesterolo alto – LettoQuotidiano.it

Esistono 2 diversi tipi di colesterolo:

  • L’HDL, o colesterolo buono, trasporta il colesterolo da altre parti del corpo al fegato, dove viene rimosso dal corpo. Alti livelli di HDL sono legati a un minor rischio di malattie cardiache.
  • LDL, o colesterolo cattivo, può aumentare il rischio di malattie cardiache, infarto e ictus. Parlate con il vostro medico se avete livelli elevati di LDL.

Quali sono le cause del colesterolo alto?

Alcune delle cose che causano livelli elevati di colesterolo sono fuori dal tuo controllo. Questi fattori di rischio includono:
  • Età e sesso:  dopo i 20 anni, il colesterolo inizia a salire naturalmente.
Negli uomini, il colesterolo si stabilizza generalmente all’età di 50 anni.
Nelle donne tende a rimanere basso fino alla menopausa. Successivamente, sale approssimativamente allo stesso livello degli uomini.
  • Malattia:  alcune malattie possono aumentare il rischio di colesterolo alto, come l’ipotiroidismo, la malattia renale cronica e alcuni tipi di malattie del fegato.
  • Storia familiare: il colesterolo alto può essere presente nelle famiglie.
Tuttavia  alcune cause di colesterolo alto possono essere controllate, come ad esempio:
  • una dieta ricca di grassi
  • sovrappeso
  • mancanza di attività fisica
  • fumo

Quanto e quale gelato è possibile assumere

I nutrizionisti concordano sul fatto che non esistono alimenti di per sé che sono controindicati in presenza di colesterolo alto. Ma che tutto si basa sulla quantità, sul numero e sulla presenza di altri alimenti.

Gelato al tè verde
Gelato al tè verde – LettoQuotidiano.it

In ogni caso, il gelato è uno degli alimenti che dovrebbero invece essere consumati in modo moderato, al massimo due volte alla settimana, in particolare se si soffre di ipercolesterolemia.

Il gelato è un prodotto particolarmente ricco di grassi saturi, come il latte, le uova e la panna la cui assunzione in eccesso contribuisce ad innalzare i livelli di colesterolo cattivo (LDL).

Artigianale o confezionato?

Ovviamente sarebbe consigliabile il gelato artigianale senza conservanti o coloranti. I gelati confezionati spesso contengono grassi idrogenati che aumentano il colesterolo “cattivo” e abbassano quello “buono”.

Con il gelato industriale occorre leggere con attenzione il peso e le etichette, optando per quello confezionato sappiamo quali sono i valori nutrizionali e quanto gelato mangiamo.

Con il gelato artigianale queste informazioni ci sono precluse, e corriamo il rischio di ingerire troppi grassi e colesterolo.

Quali gusti si possono scegliere

Per quanto melone, fragola, limone e in genere tutta la frutta, sono più indicati, nondimeno, hanno un alto contenuto di zuccheri semplici. E infatti questi tendono ad innalzare velocemente la glicemia. Lo stesso vale per i i sorbetti e i ghiaccioli che  non contengono grassi né colesterolo.

Sorbetto alla frutta
Sorbetto alla frutta – LettoQuotidiano.it

Bisogna dire che i gelati alle creme (non fanno eccezione quelli al caffè) quelli al cioccolato o alla nocciola hanno un maggiore contenuto di lipidi e colesterolo il che si traduce in un immediato innalzamento del colesterolo.

Dunque nessun gelato? No ma per andare sul sicuro meglio scegliere gelato alla frutta, magari un sorbetto o un  gelato vegano, due palline come spuntino, facendo al contempo attenzione alle quantità di carboidrati e grassi che assumiamo durante i pasti. Se a questo aggiungiamo una camminata a passo svelto dopo averlo mangiato è meglio.