Caprese al limone, mai assaggiata? Non sai che ti perdi: si metteranno in coda per 1 pezzo

La Caprese al limone è una torta gluten free, morbida dentro friabile e croccante fuori, profuma di vaniglia e agrumi, nessuno saprà resistere a tanta  bontà!

Torta al limone
Caprese – LettoQuotidiano.it

La ricetta del dolci di oggi è la Ricetta originale della Caprese al limone del Maestro De riso.

Torta Caprese al limone

È una preparazione alquanto semplice da eseguire, ma alla fine il risultato sarà una torta Caprese al limone perfetta, il suo profumo intenso, conquisterà tutti, anche i più esigenti saranno catturati al primo morso che si scioglie letteralmente in bocca.

Per questa bontà senza paragoni è opportuno scegliere i limoni biologici più profumati, il risultato sarà una torta profumata e buonissima proprio come quella che si acquista in pasticceria!

Torta caprese al limone
Torta caprese al limone – LettoQuotidiano.it

La Caprese al limone si può conservare a temperatura ambiente anche 4 giorni (non nel frigorifero), va messa sotto una campana per torte per conservarla al meglio fino all’ultima fetta!

Vediamo dunque cosa occorre per preparare questa delizia e come procedere passo passo per una buona riuscita della ricetta.

Ingredienti per uno stampo da 20-22 cm

  • 200 grammi di mandorle pelate ( o in alternativa la farina di mandorle)
  • 120 grammi di zucchero a velo
  • 100 grammi di olio extravergine
  • 180 grammi di cioccolato bianco in tavoletta
  • 5 uova medie
  • 50 grammi di fecola di patate
  • 60 grammi di zucchero semolato
  • la buccia grattugiata di 2 limoni freschi non trattati
  • 1 cucchiaino di essenza di vaniglia ( o in alternativa i semi di 1/2 bacca o 1/2 bustina di vanillina)
  • 5 grammi di lievito in polvere per dolci
  • 30 grammi di scorzette di limone candite (a scelta è opzionale)
  • zucchero a velo vanigliato (per la decorazione)

Preparazione della torta Caprese al limone

In un  mixer vanno versate le mandorle pelate e lo zucchero a velo e fatte tritare per pochi secondi per farne una polvere.
A parte con un coltello dalla lama grande tritiamo il cioccolato bianco in modo molto fine.

In una ciotola mescoliamo la fecola e il lievito e lo uniamo al mixer con le mandorle polverizzate e aggiungiamo anche insieme il cioccolato bianco e la buccia grattugiata dei limoni. Quindi azionate il mixer per fare amalgamare bene gli ingredienti.

Limoni
Limoni con foglia – LettoQuotidiano.it

A questo punto va unito l’olio extravergine a filo e si lavorano gli ingredienti con una spatola per amalgamarli delicatamente e ottenere così un composto pastoso e denso che metteremo al momento da parte.

In una capiente ciotola facendoci aiutare dalle fruste elettriche, montiamo le uova, lo zucchero semolato e la vaniglia per circa 5′-6′, fino a che queste non avranno triplicato il loro volume ed non avranno assunto un’aspetto chiaro e spumoso.

Lentamente con un cucchiaio si uniscono le uova appena montate  all’impasto di mandorle e cioccolato bianco e si fa amalgamare bene il tutto utilizzando una spatola morbida. Il movimento deve avvenire con manovre dal basso verso l’alto, mentre si aggiungono lentamente le uova all’impasto.

Alla fine noterete che la consistenza dell’impasto è alquanto liquido e pieno di piccoli pezzettini di cioccolato e mandorle, ma non preoccupatevi la consistenza si presenta in questo modo.

Si prende a questo punto lo stampo e dopo averlo imburrato e infarinato (va bene anche la fecola), va versato all’interno l’impasto appena ottenuto.

Dopo aver portato il forno a 200° per 5 minuti, senza aprire lo sportello, riportate la temperatura del forno a 165° si mette a cuocere la Caprese al limone per circa altri 45 minuti.

Fetta torta caprese al limone
Fetta torta caprese al limone – LettoQuotidiano.it

Passato il tempo di cottura provate a vedere se la torta è pronta con il trucco dello stuzzicadenti. La caprese al limone deve essere si morbida e umida al suo interno. Non dovrà risultare ne liquida e neanche molliccia.

Se la torta è pronta si può estrarla dal forno ma occorre che raffreddi una decina di minuti prima di liberarla dallo stampo. Quindi si può capovolgendola direttamente su un piatto da portata e dopo averla fatta raffreddare del tutto sarà pronta per essere decorata servita!