Orto, basta spendere soldi inutilmente: 13 semi a costo zero | Ce li hai già tutti in cucina

Coltivare il nostro orto a costo zero non è un’utopia, in realtà è più facile di quanto si creda. Tutto quello che ci occorre è già presente in casa.

Semi a costo zero
13 semi a costo zero – Lettoquotidiano.it

La nostra dispensa è il luogo ideale dove attingere per arricchire l’orto con nuovi semi e tutto gratis.

Orto in casa: 13 semi a costo zero

La passione per l’orto è cresciuta insieme alla consapevolezza che “siamo ciò che consumiamo”, motivo per cui chi ha la possibilità di accedere ad un piccolo giardino, ne destina una parte alle piante commestibili. Anche chi possiede un grande balcone o un terrazzo può dilettarsi.

Seminare l'orto di casa
Seminare l’orto di casa – LettoQuotidiano.it

Infatti molte colture possono nascere e crescere in verticale, poggiandosi su una grata a ridosso di una parete come nel caso dei pomodori o delle fragole, ma anche i rapanelli. Insomma si possono coltivare alcune specie vegetali e posizionarle su dei livelli sovrapposti.

Aglio e Cipolla

Due piante bulbose, che si prestano ad essere coltivate nell’orto di casa sono la cipolla e l’aglio, non occorre acquistare alcun seme. Per averne delle piantine sarà sufficiente per l’aglio, dividere i vari spicchi, piantando quelli più grandi con la punta all’insù. Un’accortezza il terreno dovrà essere ben arricchito e drenato.

Riguardo la cipolla invece possiamo scegliere tra piantare la parte centrale della cipolla che tende a “germogliare, o quella che nella mondatura della cipolla viene scartata, quella sul fondo.

Una volta fatta seccare per circa 5 giorni, va messa, con il fondo sulla terra, sia che la si pianti nel vaso sul balcone, che direttamente nell’orto di casa.

Pomodori, peperoni,  peperoncini e melanzane nell’orto di casa

Pomodori sui rami
Pomodori sui rami – LettoQuotidiano.it

Questi tre prodotti dell’orto hanno la prerogativa di avere i semini a vista, ogni volta che li cuciniamo e vengono puliti (in particolare i peperoni e peperoncini), vengono eliminati i semini in quanto non commestibili. Quindi una volta puliti possiamo raccoglierne un po’.

Dobbiamo sempre controllare se siamo nel periodo di semina, quindi o vanno piantati direttamente o conservati apponendo un’etichetta sulla scatola per non confonderli con altri semi.

La melanzana è un ortaggio il cui seme è un po’ delicato da portare a germogliazione. Tuttavia in presenza di una melanzana matura, quando sono presenti i semi maturi, la cui colorazione è marroncina, facciamoli seccare all’aria.

In seguito possiamo procedere come per i pomodori: piantarli subito o conservarli nel sacchetto di carta ben etichettato.

Zucchine

Per avere i semi delle zucchine dobbiamo necessariamente avere prima una piantina coltivata, alla quale lasceremo una zucchina a diventare matura, fino a ché il gambo non diventa secco.

Una volta tagliata a metà la zucchina si potranno recuperate i semi che una volta posti ad asciugare all’aria, potranno sia essere piantati che essere conservati per la prossima semina.

Fagioli, piselli, semi di papavero e sesamo

Piante di piselli
Piante di piselli – LettoQuotidiano.it

I semi di papavero sono una spezia che viene utilizzata nelle nostre ricette, la pianta potrebbe fungere da bordura per il nostro orticello in giardino. Per la semina si effettua in genere a partire da metà aprile, direttamente nel terreno o nel vaso.

I semi di papavero non vanno molto interrati e vanno posti in un luogo ben soleggiato

I legumi secchi come fagioli e piselli sono spesso presenti nelle nostre dispense e vanno piantati direttamente nella terra a 2/3 cm di profondità.

I semi di sesamo si seminano in marzo-aprile, in principio è meglio piantare i semi nei vasi, in questo modo si aiuta la germinazione delle piantine.

Meloni e angurie

Il periodo estivo è l’ideale per raccogliere i semi delle angurie e dei meloni. Basterà lavare bene i semi e dopo averli fatti asciugare  questi andranno conservati in sacchetti di carta. La semina sia del melone che delle angurie potrà avvenire in primavera verso aprile.

Fragole nell’orto

Piantine di fragole in vaso
Piantine di fragole in vaso – LettoQuotidiano.it
Il periodo delle fragole può portare ad averne in eccesso, qualcuna può sfuggire e diventare immangiabile, meglio approfittarne e raccogliere i semini, che sono davvero piccolissimi.
Questi andranno allora essiccati, e conservati in bustine di carta. Possiamo anche provare ad interrare direttamente la fragola intera. Questo però ci espone al rischio di ritrovarci con troppe piante vicine.
Limoni

Per quanto sia facile raccogliere i semi del limone, dobbiamo sapere bene dove farlo crescere, diventerà un bell’alberello. Quindi una volta eliminata la pellicola che li riveste, vedremo i semi germinare velocemente.

Se li lasceremo in ammollo per 24 ore saremo sicuri quali semi sono buoni, i gusci vuoti galleggeranno.

Conservati in una bustina trasparente posta al sole, dietro una vetrata, non dovrete far altro che vederlo germogliare.

Poi si potrà decidere di mettere il seme a dimora nel vaso, o attendere la germogliazione, con il trucco del sacchetto avrete un posto in prima fila per seguire l’esperimento andare in porto.

Piantare semi di cumino nero nell’orto

Semi di cumino nero nell'orto
Semi di cumino nero nell’orto – LettoQuotidiano.it

È noto come un potente rimedio naturale, questa spezia  è estratta da un fiore. I suoi semini possono essere posti subito nella terra, verso la primavera intorno a marzo/aprile. La fioritura della pianta arriverà in piena estate.

La fioritura, si protrae per tutto il periodo estivo, si dovrà recuperare il seme direttamente dai fiori della nigella sativa, da non confondere con la nigella damascena, che al contrario è solo ornamentale.

La raccolta dei semi di nigella è molto semplice, basta schiacciare i baccelli e i semi fuoriescono semplicemente.