Catania, la piccola Elena Del Pozzo uccisa dalla madre | La donna ha confessato: “Non ero in me”

La madre della piccola Elena Del Pozzo, 5 anni ancora da compiere, aveva raccontato che lo scorso lunedì pomeriggio la bambina era stata rapita da 3 uomini armati.

elena del pozzo
Elena Del Pozzo – LettoQuotidiano.it

Una versione che non ha mai convinto gli inquirenti, che per tutta la notte hanno sentito parenti e familiari della bambina.

Fino a quando, questa mattina, non è arrivata la confessione della madre, che ha fatto ritrovare il cadavere della bambina in un campo poco distante dall’abitazione di famiglia.

La scomparsa della piccola Elena Del Pozzo

Una bambina piccola rapita da un commando di uomini armati, all’uscita dall’asilo: una storia raccapricciante, che si è scoperto essere tutta una montatura.

Ad architettare la storia del finto rapimento sarebbe stata la madre della piccola Elena Del Pozzo, una bimba di 4 anni di Piano di Tremestriere, provincia di Catania.

La donna, Martina Patti, 23 anni, ha mantenuto questa versione dei fatti per diverse ore. Poi, dopo un lungo interrogatorio, è crollata in un pianto a dirotto e ha confessato tutto.

La giovane madre ha riferito di aver ucciso la piccola Elena – ancora da chiarire con certezza il movente – e di aver occultato il cadavere della piccola in un campo poco distante dall’abitazione di famiglia.

È stata proprio lei, questa mattina, a condurre i carabinieri sul luogo del ritrovamento. Il corpo della piccola Elena era semi-sotterrato tra le erbacce di un campo incolto.

La confessione della madre

“Non ero in me”

sono state queste le parole di Martina Patti, mamma della piccola Elena Del Pozzo, che si è trincerata dietro un muro di silenzio dopo aver condotto i carabinieri nel posto in cui ha nascosto il corpicino della figlia.

La bambina sarebbe stata uccisa a coltellate, inferte al collo e alla schiena, e poi la madre avrebbe nascosto il corpo in un sacco nero.

Restano però ancora tante ombre da chiarire in questo omicidio, che ha scosso la comunità di Tremestriere e l’Italia intera, che hanno sperato in un esito ben meno tragico di quello che poi si è verificato.

La madre della bambina non è riuscita a dare una spiegazione dei fatti, né a spiegare cosa l’abbia spinta a compiere un gesto così atroce.

“La madre di Elena era una ragazza molto chiusa, ma non riesco a spiegarmi il motivo di quello che è accaduto. Ma adesso chi è stato deve pagare, anche chi l’ha eventualmente aiutata”

ha detto fra le lacrime il nonno paterno della bambina, mentre si faceva spazio per dare un ultimo bacio alla sua nipotina.

papà di elena
Il papà di Elena Del Pozzo – LettoQuotidiano.it

Martina Patti e il compagno, padre della piccola Elena, erano separati da oltre un anno.

Al momento le ipotesi sul movente del delitto sono ancora vaghe e non del tutto certe. Secondo i primi accertamenti, la bambina potrebbe essere stata uccisa per gelosia.

La madre non sopportava che l’ex avesse trovato una nuova compagna e soprattutto, non sopportava l’idea che la piccola Elena si affezionasse a questa ragazza, per la quale mostrava già molto affetto.