Basilico, non raccoglierlo così: ecco perché lo trovi sempre marcio | Il trucchetto dei giardinieri

Le piante aromatiche come il basilico, vedono la bella stagione come il momento di maggiore fioritura. Eppure non a tutti cresce bello e rigoglioso.

Tagliare il basilico
Basilico – LettoQuotidiano.it

Quale mistero si cela dietro tanta abbondanza? Quale trucco usano i giardinieri per averlo sempre bello e rigoglioso?

Basilico, la pianta dell’estate

Nessuno sa resistere alla tentazione di portarsi a casa una piantina di basilico… Che sia un vivaio o il supermercato, le piante qui sembrano godere di ottima salute.

Piante di basilico alla finestra
Piante di basilico alla finestra – LettoQuotidiano.it

Foglie di un verde brillante, steli dritti e ricolmi di grandi foglie che aspettano solo la loro destinazione culinaria. Tra due fette di pomodoro e mozzarella, o lasciate pigramente ad insaporire i nostri spaghetti al sugo fresco…

Alcuni fortunati beneficiano del pollice verde, per cui vedranno la loro pianta crescere e proliferare senza problemi, altri meno fortunati o privi di pollici verdi, la vedranno intristirsi, e mesta mesta perdere le foglie.

Il fatto che sia una piantina dall’apparenza umile non ne fa un soggetto facile da trattare. Per cui appurato come va posta sul balcone: in un posto soleggiato MA, non eccessivamente.

Non deve essere sottoposta ai raggi solari diretti, in quanto queste delicate foglioline potrebbero bruciare in brevissimo tempo.

Appurato come va annaffiata, ovvero: se siamo in primavera ed autunno ( sempre per i possessori del pollice di cui sopra che sono riuscititi a conservarla), il basilico andrebbe annaffiato una volta al giorno.

Se invece siamo in un inizio d’estate torrido, come quello di questi giorni, dobbiamo sentire il terreno che dovrà essere sempre un po’ umido, per cui annaffiato più di frequente. Ma senza rischiare di far marcire la pianta.

Insomma non è un cactus, che lo si lascia li, e neanche un’orchidea.

Un aspetto spesso poco considerato è la raccolta delle foglie. Quindi se avete constatato come me, di avere delle difficoltà nel vederla prosperare, pollice o no c’è qualcosa che sbagliamo. Vediamo cosa potrebbe essere.

Travasare pianta di basilico
Travasare pianta di basilico – LettoQuotidiano.it

La raccolta del basilico

L’effetto ottico nell’acquisto del basilico potrebbe trarci in inganno: il vaso è piccolo per cui ci appare rigoglioso. Ma proprio perché il vaso è piccolo la pianta va travasata in uno più rande, perché necessita di spazio, e non lasciata in quello d’acquisto.

Soprattutto per farla crescere rigogliosa, vanno spostate le singole piantine con le radici.

Secondo punto l’esposizione: le servono circa 10 ore di sole come già accennato prima. Le irrigazioni la vedono umida ma non affogata e poi un controllino ai bruchi verdi, che in un batter d’occhio divorano le foglie,  allora addio insalate!

Potatura del basilico con le forbici
Potatura del basilico con le forbici – LettoQuotidiano.it

Ora tocca alla raccolta, il momento magico preludio di una gustosa ricetta. Dunque come andrebbe fatta correttamente? Per incoraggiare la sua ricrescita non vanno selezionate le foglie a caso, solo perché sono grandi e invitanti, NO si devono staccare quelle alla sommità, magari usando delle piccole forbici e se per caso si stanno formando dei ciuffetti bianchi di fiori, quelli vanno asportati senza indugio.

Questa infiorescenza va eliminata sul nascere, in quanto impedisce alla pianta di produrre nuovi rami e nuove foglie. Se poi le foglie sono tante e non fanno parte della ricetta del giorno, nessun problema, una volta lavate e fatte asciugare troveranno posto nel congelatore in appositi contenitori pronte per essere usate.