Vicenza, uccide l’ex in strada: trovato morto in auto con l’attuale compagna

Dopo l’omicidio della sua ex compagna, il killer si era dato alla fuga. Ritrovato qualche minuto fa senza vita insieme alla sua attuale compagna. 

omicidio Vicenza
Omicidio Vicenza – Lettoquotidiano.it

La prima vittima della sua furia omicida, una donna di 42 anni di origine serba, è morta praticamente sul colpo, dopo essere stata colpita da diversi proiettili esplosi contro di lei.

L’omicidio è avvenuto questa mattina in strada nel quartiere Gogna, un’area periferica di Vicenza.

Omicidio a Vicenza: uccide l’ex compagna in strada

Forse avevano un appuntamento, saranno gli inquirenti a doverlo accertare. Certo è che appena  Lidia Miljkovic, 42enne di origine serba, è giunta in via Vigolo a Vicenza, il suo ex compagno ha iniziato a spararle contro diversi colpi di pistola, mentre la donna era ancora in auto.

Lidia ha tentato una fuga disperata, ma appena scesa dalla vettura, il suo ex ha continuato a colpirla, fino a ucciderla.

I soccorritori, allertati dai residenti della zona, non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

Dopodiché il suo ex compagno si è dato alla fuga, scappando in auto.

Ritrovato morto insieme alla sua attuale compagna

Dopo una ricerca a tappeto in tutta la città di Vicenza, qualche minuto fa gli agenti della Questura hanno rintracciato il corpo senza vita dell’uomo nell’auto con cui era fuggito dopo l’omicidio di Lidia Miljkovic.

polizia
Polizia – LettoQuotidiano.it

Nell’abitacolo della vettura, che si trovava nella piazzola della tangenziale ovest di Vicenza, è stato ritrovato anche un cadavere di donna, che sembra ormai certo essere quello dell’attuale compagna del killer.

L’uomo avrebbe ucciso la donna a colpi di pistola, come stamattina ha fatto con la sua ex, e poi si sarebbe tolto la vita.

Stando ai primi riscontri delle indagini, sembra che la 42enne serba fosse stata più volte picchiata dal suo ex, che l’aveva a sua volta denunciata.

Tre anni fa era stato emesso il divieto di avvicinamento per l’ex compagno.

«E’ stata in malattia per diverso tempo, è stata anche ricoverata all’ospedale. Era dentro e fuori dal tribunale con denunce assurde. Una tragedia annunciata, come tutte le tragedie di questo genere. Gente pazza che va in giro tutto il giorno senza far niente»

ha raccontato il titolare della ditta di catering per cui lavorava Lidia Miljkovic.

Questa mattina la donna si stava recando al lavoro, dopo aver accompagnato a scuola i suoi due figli di 14 e 16 anni.

Quando l’ex l’ha vista imboccare via Vigolo, ha iniziato a spararle contro, per poi finirla quando la vittima ha tentato una disperata fuga a piedi.