Caffè alla cannella bevuto a digiuno la mattina, gli effetti sul colesterolo del corpo

Bere del caffè alla cannella è una tradizione di alcune culture orientali, che usano aggiungere spezie come la cannella, oltre a cardamomo, noce moscata e pepe nero.

Caffè alla cannella
Caffè alla cannella al risveglio – LettoQuotidiano.it

Il motivo non è dettato solo dal gusto, ma anche per i benefici che queste spezie offrono.

Caffè alla cannella bevuto al mattino

La cannella è davvero una spezia straordinaria in quanto ha un sapore sia salutare che eccezionale che possiamo aggiungere al caffè quale dolcificante da aggiungere, oltre allo zucchero, alla propria tazza di caffè.

Ci sono molte ragioni per aggiungere una spezia come la cannella al proprio caffè, a partire del fatto piuttosto ovvio che esalta il gusto del caffè.
Inoltre l’incremento degli ossidanti, infatti granello su granello la cannella ha più antiossidanti della maggior parte degli altri cibi antiossidanti già noti.
A beneficiare di questa spezia anche le persone affette da diabete, in quanto aiuta a regolare la glicemia, il colesterolo e i trigliceridi. La cannella va bene anche per la propria dentatura, il motivo è che rimuove i batteri nocivi e blocca la carie, ma non solo la cannella impedisce di avere fame.
Tazza di caffè fresco alla cannella
Tazza di caffè fresco alla cannella – LettoQuotidiano.it
Ma come accade? Lo fa prendendo di mira una sostanza chimica del cervello coinvolta nella gestione del glucosio e del colesterolo.
Rafforza il tuo sistema immunitario, ed è in grado di calmare il tuo stomaco e rafforzare la tua immunità.
Senza contare che bevendo un caffè con un cucchiaino di cannella aggiunto alla propria tazza, fai anche pieno di vitamine e nutrienti. Infatti la cannella è fonte di fibre, calcio, manganese, ferro e vitamina K.

Effetti della spezia sul corpo

Le applicazioni della cannella non si esauriscono nella realizzazione di dolci natalizi, crostate di mele e vin brulé. A prescindere dall’uso gastronomico, di fatto, a questa droga sono riconosciute anche delle applicazioni in campo fitoterapico che meritano di essere segnalate.

Un caffè alla cannella può aiutare a concentrarsi, ad esempio il profumo dell’olio di cannella dà una forte scossa alla potenza del cervello e quindi aumenta la concentrazione.

Vin brulè in tazza con cannella su sfondo di legno
Vin brulè in tazza con cannella su sfondo di legno – LettoQuotidiano.it

Il profumo della cannella, asciutto e penetrante, richiama l’aroma dei chiodi di garofano ed è completato da note piccanti.

Uno studio recente ha indicato che l’olio di cannella può aiutare a sbarazzarsi di infezioni comuni quali, la produzione di muco e alcuni sintomi tipici del raffreddore, alleviando la congestione

Inoltre il profumo della cannella può lenire le membrane che rivestono i seni paranasali, aiutando anche rimuovere il muco. Una dose regolare di cannella con il caffè mattutino può aiutare a tenere a bada alcune condizioni infiammatorie e le condizioni ad essa associate.