Ferrara, morto il bambino di un anno e mezzo caduto in una vasca biologica nell’azienda dei nonni

Il piccolo era stato ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Sant’Anna di Ferrara. Purtroppo questa mattina è giunta la notizia del suo decesso. 

ospedale Sant'Anna
Ospedale Sant’Anna – Lettoquotidiano.it

La madre del piccolo si era gettata nella vasca, cercando di tirarlo fuori, ma a nulla sono valsi i tentativi dei medici di strapparlo alla morte.

Dramma nel ferrarese: bimbo di un anno e mezzo precipita in una vasca biologica

Era andato con i genitori a trovare i nonni nell’azienda agricola di famiglia a Portomaggiore, provincia di Ferrara, il piccolo di un anno e mezzo deceduto questa mattina dopo un drammatico incidente.

Sembra che il piccolo stesse camminando su una vasca biologica, che contiene acque reflue e ristagni, quando il coperchio della botola si è aperto.

Il piccolo è precipitato all’interno. La mamma si è gettata nella vasca per tentare di salvarlo.

Il bambino, che sarebbe rimasto nella vasca tra i 5 e i 10 minuti, è stato quindi soccorso e trasferito in gravissime condizioni all’ospedale di Cona. A nulla sono valsi i tentativi dei medici. Questa mattina il cuore del piccolo si è fermato.

Sotto choc i familiari e i concittadini di Portomaggiore, dove i nonni del bambino sono molto conosciuti.

Al momento s’indaga per capire cosa abbia causato l’apertura della botola. Sembra che il piccolo sia sfuggito per un attimo al controllo dei genitori, finendo nella vasca, che si trova interrata nel cortile dell’azienda.

Aperta un’indagine sulla vicenda.

Bimbo di 13 mesi precipitato a Modena: fermata la baby-sitter

Un altro dramma, dai contorni ancora poco chiari, si è registrato nella giornata di martedì 31 maggio, a Soliera, provincia di Modena.

Appartamento-Soliera
Appartamento Soliera – LettoQuotidiano.it

Un bambino di 13 mesi è precipitato dal secondo piano della sua abitazione, una villetta in via Arginetto.

Il piccolo, che si trova tuttora ricoverato in ospedale, versa in gravi condizioni dopo un volo di oltre 3 metri. Il quadro clinico è stabile, ma grave, il che accende una piccola speranza che nelle prossime ore possa registrarsi un miglioramento.

Per la caduta del piccolo è stata fermata la baby sitter, una donna italiana di 32 anni.

A lungo interrogata dagli inquirenti, è stata arrestata per tentato omicidio. La donna è apparsa in stato confusionale, ma non ha saputo dare spiegazioni del suo folle gesto.

Sembra che non avesse mai dato segni di squilibrio.

“Non si rende conto di quello che è successo e non sa dare spiegazioni in merito”

ha spiegato l’avvocato della 32enne.