Questo formaggio fa bene al cuore: ti salva dagli infarti | Conservalo sempre in frigo

Sapevi che esiste un formaggio che è un toccasana per la salute cardiaca? Ecco qual è e quali sono tutti i suoi benefici.

Formaggio
Formaggio alleato del cuore – LettoQuotidiano.it

Possiamo considerare formaggio compatibile con una sana alimentazione, vediamo cosa sembrano suggerire i recenti studi.

Formaggio: un alimento molto amato

Sappiamo che la maggior parte dei formaggi contiene sale e grassi saturi, ma sono anche ricchi di proteine ​​e calcio. Allora qual è il verdetto? Ad eccezione di chi è affetto da intolleranza al lattosio o da allergia alle proteine del latte, il consumo di formaggio fa bene.

È un modo piuttosto gustoso per aumentare l’assunzione di proteine, calcio e vitamina B12. Devono essere presi in considerazione i diversi nutrienti contenuti nel formaggio. La maggior parte di questi quali: calcio, proteine ​​e grassi saturi, sono presenti anche in altri latticini.

Il calcio è importante perché riduce il rischio di osteoporosi, mentre le proteine ​​sono necessarie per costruire e riparare i tessuti.

Assortimento di formaggio
Assortimento di formaggio – LettoQuotidiano.it

Questi due elementi sono fonti di evidenti benefici per la nostra salute. A questo si è andata ad aggiungere uno studio finlandese, che ha evidenziato come il consumo di un tipo di formaggi siano in grado di prevenire delle malattie cardiache.

I risultati dello studio saranno molto graditi agli amanti dei formaggi, nonostante i grassi saturi del formaggio, siano spesso oggetto di opinioni controverse.

Formaggi fermentati

In merito infatti diverse opinioni mediche parlano del formaggio come di un alimento che può intasare le arterie. La ricerca finlandese ha coperto un arco di tempo molto lungo, 25 anni ed ha interessato circa un centinaio di persone, i risultati sono stati pubblicati sul British Journal of Nutrition.

Sono state analizzate le abitudini alimentari dei soggetti che hanno partecipato all’inizio dello studio, nel periodo compreso tra il 1984 e il 1989, successivamente sono stati seguiti per una media di 20 anni.

È stato possibile suddividere i partecipanti in diversi gruppi, in base alla quantità di prodotti lattiero-caseari assunti, considerando anche lo stile di vita e i diversi fattori nutrizionali.

Ma quando i ricercatori hanno preso in esame i quattro gruppi, è emersa una chiara differenziazione nel pericolo di subire un attacco di cuore o un altro problema cardiaco. Durante il periodo di monitoraggio, 472 degli uomini hanno subito un evento coronarico, come un attacco di cuore.

Formaggi molli e ribes rosso
Formaggi molli e ribes rosso – LettoQuotidiano.it
In sostanza è stato messo in evidenza il più alto consumo di prodotti lattiero-caseari fermentati con meno del 3,5% di grassi, con un rischio inferiore del 26% rispetto a quelli con il consumo più basso.

Nei soggetti coinvolti, il latte acido è risultato il prodotto a basso contenuto di grassi più comunemente usato. Le ragioni per cui i prodotti fermentati forniscano un maggior numero di benefici non è chiaro.

Tuttavia questo può essere collegato ai componenti che si sviluppano con il procedimento di fermentazione. La ricerca ha anche rilevato che un consumo particolarmente importante di prodotti lattiero-caseari non fermentati, era legato a un rischio più elevato di malattie coronariche.