Prendere il sole in primavera, il trucchetto del caffè per una abbronzatura perfetta

Con l”arrivo della primavera ci sentiamo fuori dal freddo inverno, e sempre più vicini alla stagione del sole e della pelle abbronzata.

autoabbronzante al caffè
Abbronzatura al caffè – LettoQuotidiano.it

Le giornate si sono scaldate ed allungate, e questo ci consente di avere più tempo e la possibilità di esporci ai raggi solari così benefici.

Farsi un’abbronzatura  in primavera

Si è vero manca ancora un po’ all’estate e, alla possibilità di distendersi pigramente ad abbronzarci sotto i caldi raggi del sole, ma la primavera è ormai con noi, per cui perché non portarci avanti con il progetto “pelle dorata”?

Non abbiamo scuse lo vuole la natura e  poi abbiamo bisogno di prendere il sole sulla nostra pelle nuda per consentire al nostro corpo di produrre vitamina D! Si tratta di un nutriente essenziale che aiuta a costruire ossa forti, muscoli ben funzionanti e un forte sistema immunitario, ed una aspetto così sano!

Donna al sole della primavera
Donna al sole della primavera – LettoQuotidiano.it

Ora a meno che non vogliate una abbronzatura extra strong, stile moro di Venezia, l’esposizione più salutare deve avvenire per gradi, non si vuole certo inciampare nell’effetto gambero!

Senza contare che abbronzarsi con la necessaria protezione solare richiede tempo, a meno che che si voglia rischiare un melanoma. Però per quanto ci si possa esporre sul balcone di casa, se ancora non ci siamo con la giusta tonalità, il caffè può diventare un naturale alleato.

No, non va bevuto in questo caso. Si esatto, ma comunque potrete preparalo ristretto se lo desiderate.

Abbronzante al caffè

Gli stacanovisti dell’abbronzatura sanno che si deve iniziare la corretta nutrizione pro-abbronzatura sin dalla  primavera. Quindi occorre seguire una dieta adeguata, consumando cibi che favoriscano l’abbronzatura.

Infatti, conviene applicare oltre le giuste protezioni solari, ma anche mangiare i cibi giusti, per esibire in spiaggia una carnagione perfetta. Ma il caffè non rientra tra questi…

In questo caso si parla di alimenti che, grazie al loro apporto nutrizionale di vitamine e minerali, facilitano l’abbronzatura, in quanto stimolano la produzione di melanina e allo stesso tempo aiutano a mantenere la pelle tonica, proteggendo anche il nostro corpo dalla calura estiva.

Dunque per abbronzarsi in primavera il caffè cosa c’entra? Eccoci alla risposta di cosa farci con un caffè ristretto: una bella crema solare autoabbronzante naturale. Il risultato sarà una bella doratura intensa, facendo attenzione a non esporsi troppo al sole. Perché lui è comunque li, ad operarsi nel darci quel bel colorito effetto ” Oro Saiwa”.

Tazza di caffe al sole
Tazza di caffe al sole – LettoQuotidiano.it

Vediamo cosa fare allora se vogliamo un effetto scuretto, allora il caffè sarà ristretto, una volto preparato il caffè lo si lascia raffreddare. Si prosegue scegliendo una crema per il corpo fluida e priva di profumazioni, quindi si miscela per bene il tutto.

Infine va inserita in un dispenser per erogare la nostra crema abbronzante ogni volta che vogliamo. Una volta stesa sulla pelle va fatta assorbire a fondo. Questa operazione fatta una volta a settimana avendo cura di tamponare le zone critiche come gomiti e ginocchia.

Va da sé che si tratta di una abbronzatura come dire “posticcia”, tuttavia un buon modo di anticipare quella vera, preparando il corpo con un po’ di colore.
A questo punto potrete abbandonare la crema al caffè, ricordando che comunque la nostra crema colorata, non offre protezione dai raggi UV.