Bancomat, sta per cambiare proprio tutto: non ti fanno più prelevare | C’è la data

Il bancomat come lo intendiamo e il mondo bancario è a pochi passi da segnare una rivoluzione che interesserà soprattutto gli sportelli ATM.

Bancomat niente prelievo
Bancomat, niente prelievo – LettoQuotidiano.it

Si sta avviando una progressiva eliminazione dei bancomat che non consentirà più la circolazione di denaro contante. Inoltre sono in vista dei sostanziosi aumenti circa i costi delle commissioni sul prelievo contante.

Bancomat, sta per cambiare tutto

Si tratta di cambiamenti che sicuramente rappresentano la strategia politica si monetaria avviata dalla Banca centrale europea.

Tuttavia dal 1° luglio 2021 le banche si muovono a favore dell’home banking, modificando i servizi e chiudendo diversi sportelli ATM sul territorio.

Queste difficoltà finiranno per cadere negativamente su milioni di correntisti che, potrebbero dunque incontrare delle difficoltà nell’effettuare un prelievo dal proprio conto corrente.

Questa spinta all’abbandonare la circolazione del denaro contante, ponendo vari ostacoli nel prelievo è dettata da una certa “riluttanza” da parte degli italiano a passare al denaro elettronico.

Un argomento che sta facendo molto discutere in ambito politico ma che all’estero è molto più utilizzato.

In aggiunta a questo il periodo della pandemia ha portato alla luce la natura risparmiatrice degli italiani, e il conto corrente il luogo dove preservare la propria liquidità.

Bancomat, prelievo denaro contante
Bancomat, prelievo denaro contante – LettoQuotidiano.it

Questa condizione ha fatto si che diversi istituti di credito chiedessero ai correnti con depositi da 100 mila euro in su, di puntare su prodotti di investimento. Inoltre per adeguarsi ad alcune misure europee è stato richiesto di aumentare in modo sostanziale i costi di deposito.

Soppressione denaro contante e ATM

Seguendo le direttive comuni di altri governi, anche in Italia si è deciso di adottare la linea di comportamento che prevede l’abbassamento della soglia di denaro contante, che ogni singolo cittadino può spendere.

Questo ha dato il via a tutta quella serie di norme e di bonus che incentivano i pagamenti tracciabili.  Un classico esempio è il Cashback di Stat come anche il Bonus Bancomat.

La riduzione della presenza degli sportelli è legata ai costi, motivo per cui diversi istituti bancari circa l’abbandonare i contanti giocano in anticipo.

Donna sceglie una carta di credito da utilizzare
Donna sceglie una carta di credito da utilizzare – LettoQuotidiano.it

Grandi istituti bancari come ING hanno iniziato a modificare la loro politica anni fa e hanno deciso di diminuire in modo drastico la loro presenza fisica sul territorio, chiudendo tutte le loro filiali l’anno scorso.

Il prelievo per questi correntisti potrà essere fatto presso altri ATM, ma questo fino a che saranno aperti gli sportelli bancomat.

Quello che si prospetta in futuro, ovviamente occorrerà del tempo, è un mondo senza una costante circolazione di denaro contante, una realtà a cui l’Italia, dovrà per forza di cose abituarsi, nonostante la sua natura conservatrice.