Latte, questa è la migliore marca di tutte: nessuna traccia di pesticidi | Lo scelgono in pochi

Il latte è una parte importante di una dieta sana, il suo pacchetto di nutrienti insostituibile, ma siamo certi di quale sia il latte migliore?

Latte migliore marca
Latte migliore marca – LettoQuotidiano.it

Purtroppo non è una novità che gli allevamenti intensivi facciano uso di medicinali come gli antibiotici.

Latte e farmaci al bestiame

I farmaci come gli antibiotici spesso sono impiegati per ridurre i rischi di mastite durante il periodo di asciutta delle mucche. Tuttavia si tratta di sostanze che inevitabilmente possono arrivare nella nostra alimentazione.

Muoversi nella miriade di marchi di latte a disposizione nei supermercati una vera impresa. In compenso le indagini sono state condotte alla ricerca di un “latte pulito”, da acquistare.

A tal proposito Il Salvagente, un settimanale di informazione per i consumatori, ha realizzato una ricerca prendendo in esame 21 tipi di latte italiano, divisi tra latte a lunga conservazione e latte fresco, rein vendita nella grande distribuzione organizzata (GDO) e in vari discount.

Non fa parte della ricerca il latte biologico, che è sottoposto a norme più rigide negli allevamenti del bestiame.

Al termine della ricerca si è avuta conferma di quanto già ravvisato in uno studio condotto sia dall’Università Federico II di Napoli che da quella di Valencia.

In entrambi i casi, si sono analizzati a fondo un totale di 56 tipi di latte italiano. In effetti in diversi marchi si possono riscontrare tracce di medicinali come gli antibiotici, del tipo impiegato nella cura delle mucche con mastite.

Tuttavia occorre chiarire che, la percentuale di medicinale riscontrato era per tutti entro i limiti consentiti dalle norme europee. Quanto emerso lo si deve proprio alle recenti metodologie impiegate dall’Università Federico II di Napoli.

Donna compra latte supermercato
Giovane donna compra latte al supermercato – LettoQuotidiano.it

Nella ricerca condotta dalla rivista italiana, anche la presenza minima di residui di farmaci, non è stata segnalata e i latti che ne contengono non prendono l’insufficienza.

I marchi che passano l’esame

Nella ricerca del il Salvagente non si è tenuto conto di aspetti come il prezzo, o la provenienza del latte. Ma nei marchi che seguono non si sono riscontrate tracce di sostanze come antibiotici o antinfiammatori.

  • GRANAROLO Latte intero UHT
  • MILA Senza lattosio UHT
  • CANDIA Gran latte UHT
  • ARBOREA Latte intero UHT
  • STERILGARDA Latte parzialmente scremato UHT
  • PARMALAT Bontà e linea parzialmente scremato UHT
  • PARMALAT ZYMIL alta digeribilità magro UHT
  • TODIS Colle maggio latte fresco
  • SELEX alta qualità fresco
Donna con bicchiere di latte in mano
Donna con bicchiere di latte in mano – LetoQuotidiano.it

Come è stato illustrato dalla rivista, nel latte fresco Lidl, sono stati riscontrati tre farmaci, mentre nel latte Esselunga fresco, Carrefour fresco, Parmalat Zymil fresco e Ricca fonte, sono stati rilevati due farmaci.

Come chiarito dal Il Salvagente, la ricerca non è mirata a penalizzare le aziende che commercializzano nel latte, ma di informare e rendere consapevoli i consumatori riguardo le loro scelte alimentari.