“Buttatela immediatamente”, allarma il Ministero: questa mozzarella dei supermercati è nociva

Il Ministero della Salute ha diramato un nuovo richiamo alimentare: si tratta di una mozzarella che deve essere buttata immediatamente.

Mozzarella ritirata
Mozzarella ritirata – LettoQuotidiano.it

Da fonti ministeriali i consumatori dovrebbero prestare massima attenzione ed evitare il consumo dei bocconcini di mozzarella di un noto brand. Si tratta di un prodotto lattiero-caseario che riporta sulla confezione la dicitura “senza lattosio”, mentre in realtà la mozzarella contiene lattosio.

Richiamo alimentare per i bocconcini di mozzarella: ecco perché

Tutti coloro che hanno acquistato i bocconcini di mozzarella di un determinato marchio dovrebbero prestare attenzione a non consumare il prodotto.

In particolare, le persone intolleranti al lattosio dovrebbero restituire immediatamente il prodotto acquistato visto che i bocconcini di mozzarella commercializzati contengono il lattosio.

Quali bocconcini di mozzarella sono stati ritirati dal Ministero della Salute?

Il Ministero della Salute ha richiamato il lotto di bocconcini di mozzarella Vivibene Selex per la presenza lattosio, mentre sulla confezione è riportata la dicitura “senza lattosio”.

mozzarella ritirata dal ministero della salute
mozzarella ritirata dal ministero della salute – Lettoquotidiano.it

I lotti di produzione oggetto del ritiro sono i seguenti: 94, 95, 96 e 97. Il produttore del prodotto lattiero-caseario oggetto del richiamo alimentare è il Centro Latte Bressanone Soc. Agr. Coop.

Tutti i consumatori finali dovrebbero immediatamente restituire il prodotto acquistato al punto vendita e i rivenditori sospenderanno la commercializzazione del lotto richiamato.

Intolleranza al lattosio: occhio a non consumare i bocconcini di mozzarella

L’intolleranza al lattosio consiste nell’incapacità di digerire correttamente il lattosio, lo zucchero contenuto nel latte.

Si tratta di un’intolleranza alimentare che interessa moltissimi italiani e può manifestarsi fin dall’epoca dell’infanzia.

L’intolleranza al lattosio può essere acquisita e può insorgere a qualsiasi età. In questo caso il disturbo è conseguenza diretta del manifestarsi di determinate patologie a carico dell’intestino.

Nel caso in cui l’intolleranza al lattosio sia acquisita, il problema è di natura transitoria: è possibile sospendere il consumo dei prodotti contenenti lattosio e poi, successivamente, reintrodurli in modo graduale.

mozzarella ritirata dal ministero della salute
mozzarella ritirata dal ministero della salute – Lettoquotidiano.it

Intolleranza al lattosio: cosa consumare?

Chi è intollerante al lattosio non dovrebbe rinunciare al consumo di tutti i derivati del latte. Pertanto, gli intolleranti al lattosio dovrebbero consumare i formaggi stagionati, tra cui il parmigiano reggiano, il pecorino ed il provolone. Con la stagionatura del formaggio, la quantità di lattosio è pari a zero.

Intolleranza al lattosio: cosa non consumare?

Gli intolleranti al lattosio dovrebbero evitare il consumo di latte fresco vaccino, di capra e di altri animali. Inoltre, si dovrebbe evitare il consumo di formaggi freschi, tra cui la mozzarella, i bocconcini di mozzarella, lo stracchino, il gorgonzola e tutti i prodotti che riportano nell’etichetta la presenza del latte. Si pensi, ad esempio, ai biscotti, gelati, creme, dolci, pane, brioches, cioccolato al latte e tanti altri prodotti acquistabili sugli scaffali del supermercato.