Incidente al luna park, “Una tragedia annunciata”: nel pomeriggio un’altra ragazza si era ferita sul Tagadà

Ludovica Visciglia stava festeggiando il compleanno con alcuni amici, quando è rimasta vittima di un terribile incidente al luna park di Galliate, Novara, l’11 marzo scorso. 

Luna park
Tragedia al luna park – LettoQuotidiano.it

Stando alla nuova perizia effettuata sulla giostra, sembra che qualche ora prima della morte di Ludovica, un’altra ragazza sia rimasta ferita sul tagadà, rompendosi un braccio.

Tragedia al luna park: 15enne sbalzata dalla giostra

Aveva deciso di festeggiare il suo 15esimo compleanno al luna park di Galliate (Novara), senza immaginare che quello sarebbe stato il suo ultimo giorno di vita.

È morta il 12 marzo scorso la 15enne Ludovica Visciglia, residente a Trecate, dopo essere stata ricoverata in gravissime condizioni la sera precedente all’ospedale Maggiore di Novara.

La ragazza stava facendo un giro sul Tagadà, una ruota che gira su se stessa, quando è stata sbalzata dalla giostra, battendo violentemente la testa.

Le sue condizioni sono apparse subito disperate. Allertati immediatamente i soccorsi, è stata trasferita in ospedale, ma i medici del nosocomio novarese non hanno potuto fare nulla per salvarle la vita.

All’alba di domenica mattina, il cuore di Ludovica Visciglia ha smesso di battere.

Sul luogo della tragedia sono intervenuti anche polizia e carabinieri, che stanno indagando per ricostruire la tragedia costata la vita all’adolescente.

Il luna park, allestito per la festa del santo patrono, era al suo primo giorno di apertura. La giostra è stata posta sotto sequestro.

La nuova perizia sulla giostra

Ludovica Visciglia aveva compiuto 15 anni lo scorso 8 marzo. La sera dell’11 marzo era stata a cena con la famiglia a Galliate, poi si era spostata al luna park con il suo gruppo di amici.

Sono stati proprio loro a far fermare la giostra quando hanno visto il sangue sul volto della 15enne. Da lì i soccorsi e il ricovero in ospedale, nel reparto di rianimazione.

Ludovica Visciglia – LettoQuotidiano.it

Ludovica frequentava il primo anno del Liceo Classico Carlo Alberto di Novara.

Al momento s’indaga per omicidio colposo ed è coinvolta anche la Procura dei minorenni di Torino, perché, sembra che, quando è avvenuta la tragedia, ai comandi della giostra ci fosse il figlio del titolare.

“La giostra girava a velocità normale, poi l’annuncio al microfono che sarebbe aumentata per gli ultimi minuti. Sembrava impazzita, non l’abbiamo mai vista andare così forte”

hanno raccontato alcuni ragazzi presenti sabato sera sul luogo della tragedia.

Nel registro degli indagati sono state iscritte 5 persone.

La Procura di Novara ha notificato gli avvisi di garanzia al sindaco di Galliate, Claudiano Di Caprio, al comandante della polizia locale, Angelo Falcone, al tecnico che ha firmato l’autorizzazione per l’installazione della giostra, al proprietario della stessa e al figlio minorenne, che sarebbe stato ai comandi al momento della tragedia.

Una nuova perizia è stata effettuata nelle scorse ore sulla giostra. L’accertamento tecnico dovrà stabilire la distanza esatta tra la giostra ed eventuali altri ostacoli, come gli alberi che si trovano tutt’intorno.

Secondo quanto scrive Repubblica, qualche ora prima della tragedia costata la vita a Ludovica Visciglia, una ragazza si sarebbe rotta un braccio andando a sbattere contro una pianta, proprio mentre si trovava sul tagadà.

L’autopsia effettuata sulla 15enne di Trecate ha accertato che Ludovica è morta per un trauma cranico. È quindi plausibile che la vittima abbia battuto la testa contro uno degli alberi che si trovano intorno alla giostra.