Con queste 5 lire ti puoi licenziare subito, valgono 50 mila euro: sicuro ce l’hai in qualche cassetto

Alcune monete da 5 lire possono spuntare dal nulla quando meno ce lo aspettiamo mentre mettiamo in ordine una cantina o la nostra soffitta.

5 lire valore
5 lire valore – LettoQuotidiano.it

Fate attenzione potrebbero portarvi una gradita sorpresa proprio in questo periodo.

Monete da 5 lire, dal valore altissimo

La cara vecchia lira ogni tanto viene ritrovata infilata in qualche  cassapanca, mentre fa capolino da una tasca di abiti vecchi o sguscia via da qualche portamonete abbandonato in una scatola.

Pochi di noi si sono disfatti di questi cimeli senza valore commerciale, non fosse altro che per un senso di affetto per chi ci ha accompagnato a lungo nella vita.

Si, ci siamo adattati alla nuova moneta, l’euro, ma se vogliamo dire che siamo in bolletta a molti di noi di Roma, esce ancora un nostalgico: “nun c’ho na lira“, sperando di essere intesi da chi ci ascolta.

D’altra pare certe abitudini sono dure a morire, come quelle di non buttare gli oggetti affettivi, che in questo caso potrebbe farci un gradito regalo.
Si, perché per chi ha la passione per la numismatica questo capolavoro, la moneta da 5 lire è considerata una delle più famose della lira italiana.

Moneta rara da 5 lire
Moneta rara da 5 lire – LettoQuotidiano.it

Le monete da 5 lire sono circolate in Italia fin dai tempi della monarchia e hanno terminato il loro valore con l’arrivo dell’euro.

Ora molti si domanderanno, ma questo cimelio che fu potrebbe farmi diventare ricco?  Quanto varrebbero ora le vecchie care 5 lire? Ebbene alcune di questi esemplari di moneta possono arrivare ad essere quotati ben 50 Mila euro! Una bella rivincita per una monetina che alla fine non valeva granché.

La moneta rara può anche valere 50 mila euro

Quindi occhio e se volete essere sicuri munitevi di una bella lente d’ingrandimento e se ne avete un bel po’ da parte, incominciate a controllare se c’è quella giusta.

Ovviamente non tutte le monete da 5 lire possono essere così preziose, questa nello specifico è una moneta del 1946, e quello che ha fatto schizzare la sua quotazione tra gli appassionati di numismatica è la scritta “prova”.

Monete fuori corso
Monete fuori corso – LettoQuotidiano.it

Per la precisione, nel momento in cui le monete in questione sono coniate dalla Zecca di Stato, vengono prodotti alcuni pezzi per la prova. Non di rado può capitare ad esempio che tali esemplari siano immessi in circolazione e prendano quindi da subito un valore sbalorditivo.

Nonostante fosse considerata alla stregua di una cosiddetta moneta spicciola, gli esemplari ben conservati oggi rappresentano per i possessori un alto valore numismatico soggetto quindi ad una consistente valutazione.