Bancomat, è deciso: tra poco cambia tutto, scatta direttamente la multa | Ti distruggono

Cambiano le regole per il bancomat, in arrivo multe e controlli, e nel tentativo di mettere un freno all’evasione fiscale, controlli più presenti sul Superbonus 110%.

Multa per il Bancomat
Multa per il Bancomat – LettiQutodiano.it

Sono diverse le soluzioni messe in atto dal governo Draghi per scoprire gli evasori fiscali che non pagano le tasse.

Lotta all’evasione fiscale

Dalla lotteria degli scontrini resa più semplice, al controllo certosino del Superbonus 110%, allo screening di chi impiega le carte e i Pos, sono diversi i mezzi messi in campo dal governo per scoprire i furbi dell’evasione fiscale.

Riguardo il bancomat e le carte sono previsti dei cambiamenti che possono comportare anche la possibilità di venire multati.

Nella riforma c’è l’obiettivo di rendere le banche dati delle persone  “trasparente ai fini fiscali”, in modo da arrivare a scoprire chi si muove all’interno della legalità e chi approfittando della situazione non lo fa affatto.

La data che si posta il governo è il 2026, data in cui si intende ridurre del 40% circa l’evasione italiana. In questa data termina appunto il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza o più brevemente Pnrr.

Per arrivare a questo si punta a far si che la lotterie degli
scontrini sia più semplificata, con l’abolizione del codice a barre che verrà sostituito da un Qr-Code sullo scontrino.

Mano preleva denaro dal Bancomat
Mano preleva denaro dal Bancomat – LettoQuotidiano.it

Sarà il cliente che una volta inquadrato il Qr-Code nell’apposita App, verificherà se è lui o meno il fortunato. Fin da ora per incentivare il sistema si pensa a dei montepremi più bassi, che daranno il via a più estrazioni, per cui più vincitori.

Sarà resa inoltre obbligatoria la fatturazione elettronica anche per quanti hanno adottato il regime forfettario, che sono circa due milioni di persone.

Pos e Bancomat, tra poco cambia tutto

Riguardo l’uso dei Pos non tutti rispettano le regole in vigore già dal dal 30 giugno 2014 motivo per il quale si prevedono delle sanzioni. A questo proposito, è prevista una sanzione pecuniaria fissa di 30 euro nel caso di ogni strisciata negata, a cui va aggiunto il 4% della transazione rifiutata.

A questo punto, verrà intrapreso anche un ultimo importante passaggio che riguarda la tracciabilità degli utenti delle carte di credito.

Scontrino supermercato
Scontrino supermercato – LettoQuotidiano.it

Tanto i fornitori di transazioni quanto gli intermediari dovranno obbligatoriamente trasmettere tutti i dati dei pagamenti digitali degli italiani all’Agenzia delle Entrate.

Con questo metodo, e grazie anche alla fatturazione elettronica, si potrà alla fine individuare chi sbaglia a compilare la dichiarazione dei redditi e chi invece evade le tasse.