“Bevi olio a digiuno”, perché chi soffre di glicemia lo fa ogni santo giorno: gli effetti sono incredibili

Bere olio a digiuno è da molti anni un rimedio casalingo molto popolare, che consiste nel prendere un po’ di olio d’oliva a stomaco vuoto.

olio a digiuno
olio a digiuno, effetti sulla glicemia – lettoquotidiano.it

E se l’olio da solo non va giù, magari due gocce di limone possono
essere utili, due ingredienti, per un rimedio tutto naturale.

Bere olio a digiuno

Uno dei vantaggi di bere olio d’oliva a stomaco vuoto è che è un rimedio naturale con potenti proprietà depurative che disintossicano il nostro organismo in modo molto efficace.

Grazie al suo alto contenuto di vitamine (specialmente vitamina A e C), che hanno la capacità di agire come depuratori naturali,  puliscono aree come il fegato e la cistifellea da varie tossine che vi sono immagazzinate.

Inoltre, è ricco di acidi grassi essenziali e polifenoli che permettono di tenere sotto controllo i livelli di colesterolo.

Olio a digiuno, olio d'oliva, ramo d'oliva
Olio a digiuno, olio d’oliva, ramo d’oliva – LettoQuotidiano.it

Per godere di questo meraviglioso beneficio, si consiglia di assumerlo almeno un’ora prima della colazione. In questo modo, aumentiamo i poteri di pulizia di questo rimedio naturale.

Glicemia alta: i benefici dell’olio di oliva

Tra i benefici dell’olio di oliva, che dovrebbe essere extra vergine di oliva, la riduzione del rischio di malattie cardiache.

Inoltre il suo alto contenuto di antiossidanti aiuta a ridurre i segni dell’invecchiamento cutaneo come rughe e macchie scure. L’olio d’oliva al limone è un rimedio naturale ideale per chi ha le unghie deboli e fragili grazie alle sue proprietà rinforzanti.

Inoltre, è efficace anche contro la stitichezza , altro problema digestivo molto comune tra molte persone. L’olio d’oliva è un potente lassativo naturale che può essere molto utile per alleviare la stitichezza, soprattutto se lo consumiamo a stomaco vuoto.

Mentre la vitamina E aiuta nel proteggerci da: decalcificazione, osteoporosi e fratture. L’olio d’oliva è efficace contro questi problemi grazie alle sue proprietà carminative, che aiutano a ridurre alcuni sintomi di questi disturbi digestivi come gas e gonfiore addominale, fa bene all’apparato digerente, al cuore e al fegato.

Bere olio a digiuno aiuta a regolare la glicemia aumentando l’insulinemia, inoltre  riduce il rischio di sviluppare sia il morbo di Alzheimer che il morbo di Parkinson.

Andrebbe bevuto a digiuno, mezz’ora prima di fare la colazione. Questo aiuta ad assorbire meglio i nutrienti, potenziando gli effetti che si ottengono quando si utilizza esclusivamente come condimento in cucina.

Cucchiaio olio d'oliva
Cucchiaio olio d’oliva – LettoQuotidiano.it