Pulire casa in pochissimi minuti: l’infallibile metodo di riordino ‘Benincasa’

Dopo una giornata di lavoro intensa, pulire casa è l’ultima cosa che vorresti fare, ma ci sono dei metodi che aiutano a farlo in pochissimo tempo.

metodo riordino benincasa
Metodo Benincasa – LettoQuotidiano.it

Molti di noi conoscono il metodo KonMari di Marie Kondo, una scrittrice giapponese, autrice di di best seller, di economia domestica.

Pulire casa in pochissimi minuti, è possibile?

Se consideriamo il metodo metodo KonMari, occorre dire che questo metodo non si adatta a tutti. Questo perché  appartiene ad una realtà che non ci appartiene, come ad esempio la diversità delle case orientali, che sono diverse dalle nostre, ma non solo.

Fondamentale è anche l’abitudine ad accumulare, messa a confronto con una cultura minimalista. 

Pensateci bene, a quanti di voi è capitato di entrare in casa e sentire una sorta di oppressione? È come se improvvisamente, venisse a mancare l’aria. Il motivo è la quantità di oggetti di cui ci siamo circondati nel corso del tempo. Noi siamo tutt’altro che minimalisti…

Donna usa l'aspirapolvere, pulire casa
Donna usa l’aspirapolvere, pulire casa -LettoQuotidiano.it

In realtà guardandosi intorno vediamo cose e possiamo arrivare a chiedersi: ma da dove arrivano?  Non solo, a chi non è capitato di non trovare un oggetto, un vestito che siamo sicuri di aver acquistato? Cerchi qualcosa che sai di avere non la trovi mai, e piano piano, senza che ce ne accorgiamo proviamo un senso crescente di ansia e stress. Possediamo delle cose ma quello che si vorrebbe  in realtà è “leggerezza e libertà”.

Il potere del “riordino” di Ingrid Benincasa

Ingrid Benincasa è una professional organizer e consulente certificata del metodo di riordino KonMari di Marie Kondo, che ha sviluppato una soluzione che si chiama “riordino”.

Si tratta di un metodo che non va confuso con le pulizie di casa destinate ad eliminare lo sporco… quando si riordina, si elimina tutto il superfluo, quello che ormai soffoca con la sola presenza.

Spesso non si considera il riordinare sotto il profilo psicologico ed economico. In una casa ordinata tutto ha il proprio posto, che si traduce nel ritrovar tutto in un battibaleno.

Ovviamente prima di tutto dobbiamo trovare ad ogni cosa un posto e, dopo mantenere l’impegno di rimettere ogni cosa al proprio posto una volta utilizzata.
Quando mettiamo in ordine ne beneficia anche la mente, perché si riordina a 360°, passando in rassegna tutto ciò che hai. E’ come se facessimo un tuffo nel passato per arrivare infine nel presente e mettere in discussione ciò che si possiede, un bilancio di ciò che si era e di chi si è ora.
Il riordino nasce da una motivazione che deve consentire di raggiungere l’obiettivo di una vita ideale.
Inoltre non dobbiamo dimenticare il beneficio economico di riordinare, questo aiuterà a rendersi conto di tutto ciò che abbiamo e non finiremo con l’acquistare due volte la stessa cosa.

Mettersi al centro delle proprie scelte

Mettere al centro del riordino “se stessi” e i propri desideri aiuta a rendersi conto che non si ha bisogno di compiacere gli altri. La prima persona che devi compiacere sei proprio tu e se sei felice tu saranno felici anche tutte le persone che ti circondano.
Inoltre facendo dono di ciò che non desideriamo più possedere, proveremo gioia nel donare e si useranno le cose rimaste con una maggiore consapevolezza e gioia.
La nostra mente, nel momento in cui dobbiamo eliminare riordinando, mette in moto una serie di scuse e motivazioni per non farlo. Ma per prendersi cura di se stessi e della propria casa dobbiamo comprendere che siamo gli artefici della nostra vita e anche della scelta di cosa dover scegliere cosa tenere.
A volte in questo percorso si ha bisogno di qualcuno che aiuti a superare le debolezze per raggiungere gli obiettivi prefissati.
Ingrid Benincasa, Marie Kondo
Ingrid Benincasa, Marie Kondo – LettoQuotidiano.it