Come conservare i carciofi per tutto l’anno, il segreto che non sa nessuno

Sapere come conservare i carciofi uno degli ortaggi invernali tra i più gustosi e versatili ci consente di gustarli tutto l’anno.

conservare carciofi
conservare carciofi – lettoquotidiano.it

Perfetti sia fritti, che in umido o ripieni, non c’è regione che non vanti un lungo elenco di ricette dove il carciofo è un protagonista a tavola.

Carciofi i valori nutritivi

I carciofi sono piante erbacee ricche di sali minerali come: sodio, potassio e calcio, inoltre hanno una discreta dose di vitamine C, B e K, indicate nella prevenzione dell’osteoporosi.
Le loro proprietà diuretiche e i derivati dell’acido caffeico le rendono piante dagli effetti antiossidanti ed epatoprotettivi. Per poterli conservare e cucinare i carciofi vanno prima puliti, eliminate le parti più dure e coriacee e poi scottati in acqua acidulata bollente, raffreddati e asciugati per bene, poi possono essere conservati. Un modo per poterli assaporare in ogni periodo dell’anno.

Come conservare i carciofi

Come conservare i carciofi - LettoQuodiano.it
Come conservare i carciofi – LettoQuodiano.it
La scelta per la conservazione più adatta per i carciofi deve essere fatta per preservare le proprietà e il sapore di questo prezioso ortaggio.
Ricordiamo che il carciofo è un ortaggio che tende in breve a ossidarsi, quindi mentre li puliamo devono essere messi in acqua con sale e limone per prevenirne l’ossidazione.

Nel frigorifero

Se desiderate conservare i carciofi per brevi periodi, si dovranno
tagliate e pulire i gambi dei carciofi con un coltello affilato, tagliando la base in modo obliquo. Poi si dovranno mettere come dei fiori in un vaso al fresco. In frigo possono durare per un paio di giorni, avvolti nella carta umida e conservati nella parte più fredda.

In freezer

Per conservar le porzioni di carciofo è bene metterli a congelare in contenitori sigillati o in sacchetti per il freezer separati e non tutti nello stesso posto. Questo per evitare di avere un blocco unico difficile da separare. I carciofi si possono congelare anche senza effettuare la “sbollitura”, ma si dovrà comunque farli passare attraverso dell’acqua calda.

Come conservare i carciofi sott’olio

Per la preparazione dei carciofi sott’olio occorre far bollire una soluzione di metà acqua e metà aceto, a cui unirete pepe, sale e gli aromi che più si gradiscono. Si mettono a lessare i carciofi a spicchi per circa 4′, quindi vanno scolati e messi a raffreddare.

I vasi di vetro dovranno essere puliti e sterilizzati quindi una volta inseriti carciofi, questi vanno coperti con olio extravergine e messo il tappo. Una volta riempiti i vasetti vanno avvolti con dei canovacci perché non si tocchino tra loro, e messi a bollire per 20′. circa. Per essere sicuri controllate la formazione del sottovuoto dall’incavo che si crea sul tappo. I carciofi sott’olio vanno consumati entro 6-8 mesi.

Carciofi sott'olio - LettoQuotidiano.it