Mutanda a perizoma, perché non andrebbe mai usata: batteri pericolosi in circolo

La mutanda a perizoma non può certo definirsi comoda, inoltre la sua scelta potrebbe essere fonte di batteri pericolosi per la nostra igiene intima.

mutanda a perizoma rischio infezioni
la mutanda a perizoma aumenta il rischio di infezioni batteriche – lettoquotidiano.it

La scelta di che tipo di mutandine indossare ogni giorno dovrebbe essere un compito facile e normale, ma a volte non lo stiamo facendo bene e questo potrebbe causare problemi di salute.

Dai mutandoni alla mutanda a perizoma

La storia delle mutande femminili affonda le sue radici in tempi lontani, ovvero nel 3.300 a. C., è questa la data relativa al periodo cui far risalire lo slip a forma di triangolo di tessuto rinvenuto nel guardaroba del faraone Toutankhamon.

In seguito si perdono un po’ le tracce delle mutande femminili  fino al fino al XVI sec., periodo in cui vedono una rinascita con Caterina de Medici, che ne fa uso, seguita da Lucrezia Borgia e da altre dame aristocratiche. D’altra parte le popolane non avevano i mezzi per acquistare un oggetto dall’uso così occultato, che le donne d’alto lignaggio usavano soprattutto per cavalcare.

I mutandoni dell’epoca  o meglio le braghesse, arrivavano fino al ginocchio, indossate dalle cortigiane di Venezia, alle quali furono imposte dalle autorità per ragioni di decoro.

Centimetri e centimetri di stoffa che non ci sono più, fino a giungere alle odierne possibilità di scelta: slip, tanga, perizoma e brasiliane.  Tutte tipologie che le donne conoscono bene, insieme alle loro comode/scomodità.

Igiene e mutande a perizoma

Tralasciando le altre, riferendoci alle mutande a perizoma bisogna sottolineare che consentano di indossare capi fascianti, senza il timore di far trasparire la loro presenza.

Quanto si possa dire che siano igieniche, soprattutto quando se ne fa un uso quotidiano? In pratica si tratta di una strettissima striscia di tessuto o in un cordoncino che si “eclissa” completamente all’interno dell’incavo delle natiche. Il sedere in pratica è nudo. Un po’ come certi costumi in uso l’ultima estate.

Inoltre la striscia solitamente non copre l’intera vagina, ed entra a contatto con l’ano. L’inevitabile sfregamento delle due parti a contatto con il sottile lembo di stoffa, consente ai batteri di muoversi in libertà. Batteri che come lo streptococco, possono dare il via a infezioni vaginali.

Anche gli uomini a volte si affidano alla mutanda a perizoma, e se per loro non c’è lo stesso rischio, non di meno l’uso esagerato può influire sulla salute dei testicoli e essere un problema per la fertilità. Oltre ad avere un effetto estetico tutto da verificare…

Mutanda a perizoma - LettoQuotidiano.it
Mutanda a perizoma – LettoQuotidiano.it