Ipertensione, quel vizietto dopo la sigaretta che fa alzare la pressione: da non fare mai

Il fumo è dannoso se si è affetti da ipertensione, che fumare faccia male alla pressione è noto , tuttavia non si conoscono tutti i danni che causa.

ipertensione, cosa non fare dopo aver fumato
ipertensione, cosa non fare dopo aver fumato – lettoquotidiano.it

La combinazione del tabacco con l’ipertensione è letale.

Fumo e Ipertensione

I rischi dell’ipertensione si possono ridurre controllando la pressione sanguigna, oltre ad eliminare la dipendenza dalle sigarette. La sigaretta non solo innalza la pressione sanguigna in modo immediato, di conseguenza danneggia anche i vasi arteriosi a lungo termine.

Viene affermato che la sigaretta diminuisce la pressione sanguigna e sia rilassante dal puto di vista del fumatore, il quale tende per questo motivo ad appoggiare il vizio del fumo.

Ovviamente si tratta di un gesto che gratifica chi lo compie, senza contare che la nicotina è un potente vasodilatatore, questo vuol dire che può momentaneamente aiutare ad abbassare la pressione.

Ipertensione corpo umano - LettoQuotidiano.it
Ipertensione corpo umano – LettoQuotidiano.it

Si tratta però di un effetto minore paragonato alla realtà, cioè che il fumare alza la pressione.

Magiare liquirizia dopo aver fumato

Molti fumatori tendono a mangiare caramelle o liquirizia dopo aver fumato, questo per alleggerire il respiro divenuto saturo di tabacco e per calmare la tosse.

Tuttavia occorre ricordare che assumerne più di 20 grammi al giorno in modo continuativo può portare problemi, in quanti soffrono di ipertensione.

La scelta della liquirizia dal  profilo della salute non è di per se sbagliata, si tratta di una pianta di origini mediterranee di cui si utilizza la radice.

Si può trovare sotto forma di bastoncini, caramelle e tronchetti il cui sapore è molto gradevole.

In Oriente, è  usato come rimedio per i dolori di stomaco e i disordini a danno del fegato, come pure per il trattamento della tosse. La liquirizia deve le sue virtù soprattutto alla presenza di flavonoidi e dell’ acido glicirrizico.
L’attività antispastica dei flavonoidi sulla muscolatura dello stomaco è ormai nota, cosi come mentre alla glicirrizina viene data una proprietà antinfiammatoria, cicatrizzante e di protezione.
Gli effetti antivirali, disinfettanti e cicatrizzanti ne fanno un toccasana per le abrasioni delle mucose della bocca e delle gengive. Quindi in caso di mal di gola, compresi quelli causati dal fumo.
Una delle azioni più conosciute della liquirizia è di alzare la pressione, per questo motivo viene consigliata a chi soffre di pressione bassa.
Liquirizia - LettoQuotidiano.it