Pensione d’Invalidità 2022, grandissimi aumenti in arrivi

Le critiche avanzare dai titolari di pensione d’invalidità e dal Ministro per le disabilità potrebbero introdurre qualche cambiamento a partire dall’anno 2022. Ecco cosa bolle in pentola! 

aumenti pensioni invalidità
welfare categorie deboli – lettoquotidiano.it

I cambiamenti potrebbero interessare la platea di pensionati che percepiscono un assegno di invalidità con una percentuale compresa tra 74 e 99.

Per questi pensionati invalidi ci sarebbero buone notizie visto che potrebbero accedere all’incremento della pensione.

A partire dal primo gennaio 2022 l’assegno della pensione degli invalidi civili potrebbe crescere per effetto dell’inflazione.

Nell’ultimo biennio, a causa dell’inflazione negativa, l’importo dell’assegno della pensione di invalidità è rimasto pressoché invariato, ma dal primo gennaio 2022 potrebbe subire un incremento, seppur di lieve entità.

Si stima che con un tasso di inflazione pari al due percento, la pensione d’invalidità potrebbe subire un incremento di cinque euro.

pensione invalidità
aumenti pensioni invalidità

Ma l’attenzione deve essere posta sugli invalidi parziali che sono costretti a vivere con 286 euro al mese.

Si tratta di un importo davvero vergognoso che non garantisce di certo alcuna vita dignitosa. L’ipotesi allo studio è quella di estendere l’incremento dell’assegno previdenziale ad una più ampia platea di pensionati invalidi.

Pertanto, potrebbe essere rivisti i parametri reddituali: si starebbe lavorando per innalzare la soglia per quanto riguarda il cumulo dei redditi coniugali, che non prevedono il superamento dei 14.447 euro.

Aumento pensioni di invalidità: per chi?

L’aumento dell’assegno di pensione di invalidità non spetta a tutti, ma solo alla platea di invalidi che sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere maggiorenni,
  • avere un limite di reddito personale pari a 8.400 se non coniugato. Il limite di reddito deve essere pari a 14.400 euro, se coniugato,
  • essere invalidi al 100%.

Pensioni di invalidità: cosa potrebbe cambiare nel 2022?

In attesa di una riforma sulle pensioni, ci potrebbero essere cambiamenti anche per quanto concerne le pensioni di invalidità.

Ci potrebbe essere l’istituzione di un fondo per consentire alla platea di invalidi di aumentare l’assegno previdenziale, a prescindere dalla percentuale di invalidità.

Pensioni minime in aumento?

A partire dal primo gennaio 2022, oltre alle pensioni di invalidità, potrebbero subire un incremento anche le pensioni minime.

Lo scorso anno le pensioni minime sono salite a 515 euro, per il corrente anno 2022 l’importo mensile salirà di circa 26 euro per chi ha tra i 60 e i 64 anni.

Per i pensionati di età compresa tra i 64 e i 69 anni l’aumento sarà di 83 euro al mese. Per beneficiare dell’incremento massimo bisognerà aver compiuto il settantesimo anno d’età e avere un reddito non superiore a 8.469,63 euro.

pensioni d'invalidità