WhatsApp, stai molto attento se ti arriva questo messaggio: è una truffa

Truffe e minacce arrivano oramai a tutti gli utenti delle app: stai molto attento se ti arriva questo messaggio su WhatsApp. Come si riconoscono le truffe su WhatsApp. 

whatsapp truffe
whatsapp truffe – lettoquotidiano.it

Le truffe sul web e sulle applicazioni di messagistica sono sempre più all’ordine del giorno: secondo la società di cybersicurezza Kaspersky, la famosa app di messagistica WhatsApp è utilizzata per l’86,9% delle truffe tramite messaggio.

Le truffe su WhatsApp sono in aumento e cagionano migliaia di euro di perdite. Nella prima metà del 2020 il numero totale di denunce di frode è aumentato notevolmente, con solo un numero molto limitato di reati di frode perseguiti.

Truffe su WhatsApp: che cos’è la truffa di emergenza di amici o familiari?

Una delle frodi più popolari è quella in cui i criminali informatici fingono di essere un conoscente della vittima e poi le chiedono denaro.

Attualmente, la maggior parte di questi criminali si spaccia per un amico o un familiare e chiede aiuto finanziario perché “devono pagare urgentemente una bolletta” o “hanno un’emergenza e hanno urgente bisogno di soldi”.

Solitamente i truffatori fingono di avere fretta, molto probabilmente per invogliare le loro vittime ad agire immediatamente.

Questo è il motivo per il quale questo tipo di frode viene anche chiamato truffa di emergenza di amici o familiari.

Purtroppo, in media le vittime perdono migliaia di euro per le truffe su WhatsApp. La maggior parte delle vittime ha età superiore ai 50 anni.

Come si riconoscono le frodi su WhatsApp?

Le frodi su WhatsApp possono essere molto difficili da individuare, soprattutto quando il truffatore ha rilevato l’account WhatsApp di una persona nota alla vittima.

I truffatori fingono di avere fretta e sono molto bravi a far innervosire le loro vittime, facendo pressione su di loro affinché agiscano rapidamente e paghino il prima possibile.

Di solito, i criminali informatici ti chiedono di effettuare un trasferimento diretto a un account sconosciuto. Oppure potrebbero chiederti di trasferire denaro tramite PayPal, Facebook Messenger Payments, Google Pay, Apple Pay Cash o app come Cash App o Venmo (il servizio di pagamento mobile di PayPal).

In ogni caso, è consigliabile ricontrollare ed essere sospettosi quando si risponde a questo tipo di richieste di pagamento. In molti casi, non puoi verificare il numero di conto.

Sfortunatamente, non c’è modo di verificare se la persona a cui stai trasferendo denaro è davvero qualcuno che conosci.

truffe WhatsApp