Bollo, con lo Spid è ADDIO: sarà tutto gratis

Addio alla marca da bollo, con lo Spid sarà tutto gratuito! Cosa cambia? Basterà essere in possesso dello Spid o CIE per potere scaricare gratuitamente quattordici certificati anagrafici in formato digitale.

Spid – lettoquotidiano.it

In pochi click è possibile scaricare un numero consistente di certificati per sé o per un componente del nucleo familiare senza più bisogno di recarsi fisicamente agli sportelli.

A partire dal quindici novembre 2021 per la prima volta i cittadini italiani potranno usufruire del nuovo servizio dell’Anagrafe nazionale della popolazione residente del Ministero dell’Interno.

Addio marca da bollo: ecco i certificati digitali da scaricare gratuitamente

I certificati digitali da scaricare saranno completamente gratuiti e non si dovrà più pagare la marca da bollo.

certificato anagrafico gratuito
certificato anagrafico senza marca da bollo

Ecco quali sono i certificati digitali che a partire dal 15 novembre 2021 potranno essere scaricati gratuitamente:

  • certificato di nascita,
  • certificato di cittadinanza,
  • certificato di matrimonio,
  • certificato di esistenza in vita,
  • certificato di residenza AIRE,
  • certificato di residenza,
  • certificato di stato di famiglia e di stato civile,
  • certificato di residenza in convivenza,
  • certificato anagrafico di unione civile e di contratto di convivenza,
  • certificato di stato di famiglia AIRE,
  • certificato di stato di famiglia con rapporti di parentela,
  • certificato di stato libero.

Addio marca da bollo: come ottenere i certificati?

Per ottenere i certificati è necessario collegarsi al portale Ministero trasformazione digitale ed accedere con la propria identità digitale (SPID, CIE, CNS).

Il servizio permette di visionare in anteprima il certificato richiesto per verificare la correttezza dei dati e di poterlo scaricare in formato .pdf o riceverlo via mail.

Certificati anagrafici: quali sono gli obiettivi della nuova funzionalità?

Ad enucleare gli obiettivi della nuova funzionalità è lo stesso Ministro dell’Innovazione tecnologica e della Transizione digitale, Vittorio Colao, il quale ritiene che consentirà alla PA di avere un unico punto di riferimento per i dati anagrafici.

Con un’anagrafe nazionale unica, gli enti pubblici che accedono alla banca dati potranno monitorare gli aggiornamenti sui cittadini.

Certificati anagrafici: come procurarsi lo SPID?

Per scaricare gratuitamente i certificati anagrafici con l’utilizzo dello SPID è necessario rivolgersi a un gestore autorizzato, chiamato Identity Provider e, in una decina di minuti, è possibile ottenere le proprie credenziali.

I provider più conosciuti sono i seguenti: Aruba, Register, TIM, Namirial, InfoCert e Poste Italiane. Ogni utente è libero di scegliere a quale identity provider rivolgersi per ottenere le credenziali.

È sempre richiesto all’utente di compilare un modulo online in cui inserire i dati personali e autenticarsi tramite uno dei sistemi disponibili (firma digitale, Carta di Identità Elettronica, etc.).

certificato anagrafico