Conto corrente, la grande truffa dei piccoli importi: attenzione prosciugano i conti

Ad essere stato vittima della truffa è stato un uomo di Senigallia, il quale si è trovato delle spese inaspettate sulla sua carta.

prelievo bancomat
bancomat prelievo – lettoquotidiano.it

Sono sempre più numerose e creative le truffe telematiche in cui si può incappare. L’ultima, ad esempio, è capitata ad un uomo di Senigallia, il quale si è trovato addebitato sulla carta delle piccole cifre per oggetti mai richiesti. La strategia del truffatore, in questo caso, infatti, risiedeva nel prendere piccole somme in modo che la vittima non si rendesse conto dei soldi mancanti.

Sono diverse le segnalazioni per truffa partite da Senigallia

Non solo però, questa sarebbe la quarta segnalazione che proviene dalla cittadina. Proprio in queste ore, infatti, le forze dell’ordine stanno lavorando per riuscire ad individuare i o il responsabile. I malviventi si stanno attrezzando con queste truffe telematiche dato che lasciano meno tracce e di conseguenza risalire alle loro identità risulta molto difficile. Anche se, sfortunatamente, i tentativi di derubare “porta a porta” continuano ad esserci.

Una segnalazione, infatti, ci arriva da un uomo anziano il quale è stato avvicinato da una donna, la quale sosteneva di essere una sua parente. L’uomo però, complice la situazione pandemica non si è lasciato avvicinare e all’invito di prendere un caffè insieme ha minacciato di chiamare i carabinieri mettendo in fuga la delinquente. Quest’ultima, quindi, alla prima minaccia si sarebbe defilata senza dare tante spiegazioni, confermando come il suo fosse solo un tentativo di ingannare l’uomo ed estorcergli del denaro.

Non sono diminuiti neanche i tentativi di truffare “porta a porta”

Come sempre, quindi, che siano truffe telematiche o meno, le vittime preferite in questi casi sono sempre gli anziani, ritenuti spesso ingenui. Non mancano, ad esempio, alcuni che cadono vittima della classica truffa del computer. In questo caso i malfattori cercano di convincere la vittima di turno che il proprio nipote ha comprato un nuovo portatile ma che deve ancora pagarlo per poterlo ritirato.

LEGGI ANCHE —> Truffa Bancomat: fermate tutto se leggete questo messaggio durante il prelievo

Spesso, infatti, presi dalla buonafede, ci si può fidare per poi scoprire come si è stati vittima di una truffa. In questi casi la cosa migliore da fare è rivolgersi alle autorità o semplicemente al proprio nipote, chiedendo se egli ha effettivamente effettuato un ordine online da pagare alla consegna. Insomma la pandemia non sembra aver cambiato le cose, non bisogna mai abbassare la guardia in questi casi o rischieremo di cadere vittima di questi truffatori.

truffa