Stitichezza cronica, il frutto autunnale che regolarizza l’intestino

La stitichezza cronica è una condizione in cui le persone hanno difficoltà a svuotare l’intestino o hanno movimenti intestinali poco frequenti.

Stitichezza cronica -Lettoquotidiano
Stitichezza cronica -Lettoquotidiano

La stitichezza di solito si risolve dopo aver apportato semplici modifiche alla dieta e allo stile di vita, ma in alcuni casi è necessario un trattamento con lassativi o altri farmaci.

Stitichezza cronica: cause

La maggior parte delle persone pensa che costipazione significhi non avere movimenti intestinali abbastanza frequenti. In realtà, la stitichezza è più complicata e più sottile di così, con una serie di sintomi che potresti non riconoscere sempre.

Una persona su cinque soffre di stitichezza cronica, una condizione ancora più comune nelle donne che invecchiano. È qualcosa che può facilmente insinuarsi se non presti attenzione, con molti fattori, dalla dieta ad altre condizioni di salute, che contribuiscono al problema.

La stitichezza ha una vasta gamma di cause e fattori di rischio che vanno dalla cattiva alimentazione a disturbi più gravi. In termini di funzionamento del nostro corpo, le cause della stitichezza si dividono in tre categorie.

Transito lento: quando le feci non si muovono abbastanza rapidamente nel tratto digestivo, puoi diventare stitico.

Problemi del sistema nervoso: I problemi neurologici (nervi) possono influire sul movimento delle feci nel tratto digestivo.

Disfunzione del pavimento pelvico: La debolezza dei muscoli pelvici e altri problemi di funzionamento dei muscoli sono una delle cause principali della stitichezza.

Cibi che possono alleviare la stitichezza

Acqua

La disidratazione è una causa comune di stitichezza e bere molta acqua può spesso aiutare ad alleviare o risolvere i sintomi.
Quando una persona si disidrata, il suo intestino non può aggiungere abbastanza acqua alle feci. Ciò si traduce in feci dure, secche e grumose e può portare a costipazione.

Yogurt e kefir

Molti prodotti lattiero-caseari, tra cui yogurt e kefir, contengono microrganismi noti come probiotici. I probiotici sono spesso chiamati batteri “buoni” e possono aiutare a migliorare la salute dell’intestino e ad ammorbidire le feci.

I ricercatori hanno studiato l’uso di uno yogurt probiotico non aromatizzato contenente polidestrosio, Lactobacillus acidophilus e Bifidobacterium lactis per trattare la stitichezza.

Mangiare questo yogurt tutte le mattina per 2 settimane riduce il tempo impiegato dai rifiuti per muoversi attraverso l’intestino nelle persone con stitichezza cronica.

Aumentare l’assunzione di fibre

Fibre contro la stitichezza -Lettoquotidiano

Gli alimenti ricchi di fibre, come frutta, verdura e cereali integrali, aiutano tutti a migliorare la funzione intestinale. Se soffri di sensibilità intestinale, ti consigliamo di evitare i frutti ricchi di fruttosio, come mele, pere e angurie, che possono causare gas.

 Mele e pere

Mele e pere contengono diversi composti che migliorano la digestione, tra cui fibre, sorbitolo e fruttosio. Questi frutti contengono anche alti livelli di acqua, che possono aiutare a facilitare la digestione e prevenire la stitichezza. Per ottenere il massimo beneficio da mele e pere, mangiale crude e intere, con la buccia intatta.

 Prugne

Le prugne e il succo di prugna sono un rimedio casalingo testato nel tempo per la stitichezza in molte parti del mondo.
Si tratta di un frutto che contiene molte fibre, un nutriente noto per alleviare e accelerare i movimenti intestinali. Le prugne contengono anche sorbitolo e composti fenolici che possono avere benefici gastrointestinali.

 Uva

L’uva ha un alto rapporto buccia/polpa, il che significa che è ricca di fibre e contiene anche molta acqua. Per alleviare la stitichezza, prova a mangiare qualche manciata di uva cruda e lavata.

 Kiwi

Kiwi -Lettoquotidiano

In media, 100 g di kiwi contengono circa 2-3 g di fibre, che possono aggiungere volume alle feci e accelerare il flusso intestinale.
I kiwi contengono anche actinidina, un enzima che promuove il movimento nel tratto gastrointestinale superiore, e diverse sostanze fitochimiche che possono svolgere un ruolo nel migliorare la digestione.

Prugne -Lettoquotidiano