Alito cattivo, il rimedio naturale e funzionante per eliminarlo definitivamente

I problemi respiratori come l’alito cattivo sono piuttosto comuni e talvolta difficili da gestire. Fonte di disagio, anche complesso, l’ alitosi può avere molte cause.

Alito cattivo -Lettoquotidiano
Alito cattivo -Lettoquotidiano

Oltre alla normale spazzolatura, esistono soluzioni naturali per combattere l’alitosi.

Da dove viene l’alito cattivo?

Conosciuto anche come alitosi,  l’alito cattivo colpisce in maniera imbarazzante, e può comunque essere ignorato dall’interessato! Questo perché le persone che soffrono di alito cattivo raramente si annusano l’alito da sole, poiché i recettori olfattivi nel naso diventano insensibili a un cattivo odore costante.

Il più delle volte, l’alitosi è causata dalle tue abitudini di igiene orale. Quando mangiamo, i residui di cibo scivolano negli spazi interdentali. Vengono poi investiti da batteri che li degradano, producendo nel processo gas sulfurei molto sgradevoli!

Perché abbiamo l’alito cattivo al mattino

Alitosi mattutina -Lettoquotidiano

Il famoso “alito del mattino” è l’incubo delle giovani coppie… c’è chi confessa di approfittino persino del sonno della controparte per fare una piccola igiene orale mattutina, per evitare la delusione di un primo bacio maleodorante!

L’alito cattivo del mattino è semplicemente dovuto alla mancanza di salivazione notturna: come il resto del nostro corpo, le ghiandole salivari fanno una meritata pausa durante la notte.

L’azione antibatterica naturale della saliva aiuta a combattere i germi responsabili dei cattivi odori. La riduzione della salivazione porta quindi all’alito cattivo. Per sbarazzarsi dell’alito cattivo, bisogna naturalmente lavarsi i denti. Tuttavia, sciacquare la bocca può anche aiutare ad alleviare il problema.

Cosa fare contro i cattivi odori in bocca: igiene orale

La mancanza di igiene dentale non solo può causare l’alitosi, ma è anche fonte di problemi orali: carie, infiammazione gengivale, parodontite, ecc.

Il rituale di igiene dentale quotidiana deve consistere in:
un minimo di 2 lavaggi dei denti al giorno, fino a 3 (dopo ogni pasto principale).
L’uso del filo interdentale o degli spazzolini interdentali dopo lo spazzolino (minimo una volta al giorno, preferibilmente prima di coricarsi).
Per ottimizzare la tua igiene e mantenere l’alito fresco più a lungo, puoi anche sciacquare la bocca con un collutorio, che unirà un rinfrescante sapore di menta all’azione antibatterica.

 Spesso trascuriamo di sostituire lo spazzolino di frequente o trascorriamo meno tempo di quanto occorre nel lavarci i denti. Mettici più cura e coccola la tua bocca con una gamma di prodotti perfettamente adattati all’igiene dentale delle persone che soffrono di alito cattivo.
L’uso di uno spazzolino manuale a volte può mostrare punti deboli. Per ottimizzare lo spazzolamento dei denti e per essere sicuri di eliminare le impurità, provate a privilegiare l’uso di uno spazzolino elettrico, le cui vibrazioni e il movimento rotatorio della testina consentono una migliore pulizia dentale.

Alimenti che favoriscono l’alitosi

Alcuni alimenti, ad esempio cipolle o aglio, come il tabacco e l’ alcol sono noti per causare occasionalmente l’alito cattivo. Ma l’alitosi che è quasi permanente, o che si ripresenta velocemente dopo aver lavato i denti, nasconde qualcos’altro.

Nella maggior parte dei casi, il problema si trova a livello orale: igiene dentale imperfetta, problema gengivale , carie , residui di cibo che si depositano sotto un vecchio ponte… Quindi controlliamo consultando il proprio dentista.

Piante masticabili che neutralizzano l’alito cattivo

In natura diverse piante sono note per essere in grado di neutralizzare i composti maleodoranti rilasciati dai batteri in bocca e responsabili dell’alitosi.

LEGGI ANCHE —> Doccia tutti i giorni? L’errore che facciamo sempre e che non dobbiamo fare più

LEGGI ANCHE —> Sbiancare i denti con il bicarbonato: ecco cosa provoca ai denti

Puoi fare dei test secondo le tue preferenze, e non sei obbligato a deglutire. Prova a masticare del prezzemolo fresco, o alcune foglie di menta, o anche del basilico. Prova a masticare semi di coriandolo, succhiare un pezzetto di anice stellato. Forse è per questo che molti ristoranti indiani propongono spesso una miscela di questi semi a fine pasto.

Lavarsi i denti, spazzolini -Lettoquotidiano -Lettoquotidiano