Pizza di Cracco fatta in casa: buonissima e ti costa solo 2 euro

Della pizza di Cracco, il famoso chef giudice di Masterchef
si è detto di tutto, da quando la propose nel suo locale in Galleria a Milano.

Pizza di Gracco -Lettoquotidiano
Pizza di Gracco -Lettoquotidiano

La pizza di Cracco è un piatto che ha dato creato un po’ i malumori tra i cultori della vera pizza napoletana.

Chi è Carlo Cracco

Il famoso chef Carlo Cracco classe 65, nasce a Vicenza, lo chef  fin da adolescente entra nel mondo della cucina frequentando l’istituto alberghiero Pellegrino Artusi di Recoaro Terme.

Raggiunge la fama a seguito della sua conduzione della celebre trasmissione culinaria MasterChef Italia in cui erano presenti anche Joe Bastianich, Antonino Cannavacciuolo e Bruno Barbieri.

Tra le sue apparizioni televisive, oltre ad essere stato per diversi anni tra i giudici di MasterChef Italia, ha condotto Hell’s Kitchen Italia, è apparso a Sanremo ed è stato protagonista del docu-film Cracco Confidential. Cracco è uno dei cuochi più famosi a livello internazionale.

Pizza di Cracco

Ma cosa ha di speciale la pizza di Cracco? Si tratta di una pizza che  ricorda poco l’originale pizza margherita ( e non solo per il prezzo troppo elevato), in quanto è frutto di una rivisitazione personale dello chef.

Tuttavia nonostante la “nobile” provenienza a qualcuno non è piaciuta vuoi a causa della mozzarella così poco cotta, o della salsa troppo densa.

Per buona pace di coloro che non possono o non vogliono gustarla a Milano proviamo a fornire la ricetta ( ovviamente con qualche variante, anche perché l’originate è un segreto! ), della pizza del famoso chef.

Ingredienti

  • 300 gr di farina biologica,
  • 180 ml di acqua tiepida,
  • 5 gr di sale,
  • 15 ml di olio extravergine di oliva,
  • 100 gr di lievito madre.

Per farcire la pizza di Cracco

  • 200 gr di mozzarella di bufala,
  • pomodoro siciliano,
  • olio extravergine di oliva,
  • origano.

Preparazione

In una ciotola sciogliete il lievito madre metà dell’acqua, fatene una crema. Unite la farina biologica, il sale e l’olio extravergine e l’acqua restante, miscelate e impastate fino farne un composto omogeneo.

Poiché le farine macinate a pietra sono più grezze, occorre regolare la quantità dell’acqua secondo quanta ne assorbe il vostro impasto.

Finito l’impasto mettete il tutto in una ciotola, coprite e fate lievitare nel forno spento con la luce accesa per 6 ore.

Una volta steso l’impasto con le mani stendete in due teglie rotonde con un certo spessore. Coprite e fate lievitare ancora per circa un ora.

Per la preparazione della salsa, usate una passata di pomodoro che farete ritirare condita con olio, sale e origano. In alternativa potete usare i pomodori pelati facendoli cuocere a fuoco dolce. Questo per ricreare il condimento “ristretto” della pizza dello chef Cracco.

Versate il condimento sulla pizza e conditela con un filo di olio. Cuocete la pizza in forno caldo a 220°C per 20 minuti circa. Infine dopo aver tagliato a fette la mozzarella di bufala, eliminate l’acqua in eccesso mettetela sulla pizza, aggiungete un po’ di pomodoro, origano e olio a crudo e portate in tavola!

Chef Carlo Cracco -Lettoquotidiano
Chef Carlo Cracco -Lettoquotidiano