Sbiancare i denti con il bicarbonato: ecco cosa provoca ai denti

Sbiancare i denti con il bicarbonato di sodio è uno dei molti modi di usare il bicarbonato di sodio, tuttavia questo metodo genera non poche polemiche.

Sbiancare i denti con il bicarbonato -Lettoquotidiano
Sbiancare i denti con il bicarbonato -Lettoquotidiano

Un fatto da assodare per iniziare è che i denti non sono affatto bianchi. Questo perché lo smalto dei denti è in realtà traslucido. Ciò che definisce il colore dei nostri denti è la dentina, che è un tessuto dei denti che si trova sotto lo smalto.

Sbiancare i denti

La dentina è di colore giallastro e quindi questo è il tono che si riflette nei nostri denti. Tuttavia, lo smalto dei denti può scurirsi a causa di alcune abitudini come: fumare, bere vino, bere caffè, alcuni cibi e altri fattori esterni. In questi casi il bicarbonato di sodio può essere di grande aiuto.

Quando ti lavi i denti con il bicarbonato di sodio, puoi eliminare le macchie esterne e schiarire lo smalto, ma solo un po’. Naturalmente, un trattamento professionale eseguito da un dentista ha un effetto più rapido e molto più efficiente.

Il bicarbonato di sodio fa male ai denti?

È una domanda ch in molti si fanno, in quanto ci sono alcuni esperti che sostengono che il bicarbonato di sodio sui denti è dannoso. Altri invece sono di parere contrario.

Dal punto di vista dei professionisti c’è una grande polemica su questo tema: in quanto molti dentisti rifiutano l’uso del bicarbonato, mentre molti altri lo raccomandano, ma in concentrazioni adeguate.

Come sostengono molti esperti, il suo indice di abrasività (Relative Dentin Abrasivity), è 7 su 100, un valore abbastanza moderato, soprattutto se confrontato con altri prodotti per l’igiene orale venduti in farmacia e nei supermercati.

Infatti se confrontati con il bicarbonato alcune famose paste dentifricie, quest’ultime presentano un grado di abrasività che vanno dal 70 a fino anche il 160, un dato altamente abrasivo.

Inoltre ci sono altri fattori che influenzano l’abrasività dello spazzolare, come la tecnica, il tempo che impieghiamo per lavarci i denti o la pressione che esercitiamo.

Infatti quando si spazzolano i denti in maniera  aggressiva, oltre a erodere lo smalto, si può causare il ritiro delle gengive e innescare la sensibilità dei denti.

Detto questo occorre chiarire che se applichi in casa bicarbonato di sodio di cui non conosci le informazioni chimiche, più di 40 micron di polvere e lo applichi con uno spazzolino da denti, il trattamento può essere molto aggressivo e danneggiare i denti.

Usi del bicarbonato di sodio -Lettoquotidiano