Raffaella Carrà, chi ha ereditato l’immensa fortuna: le cifre sono assurde

Raffaella Carrà, chi erediterà la sua immensa fortuna? E a quanto ammonta il suo patrimonio? Ecco svelato il mistero.

raffaella-carrà-fortuna-lettoquotidiano
Raffaella Carrà-Lettoquotidiano

Raffaella Carrà è morta il 5 luglio 2021 a causa di una tumore polmonare. Dopo la sua morte si è tanto parlato della sua eredità. Ma a chi andrà la sua enorme fortuna? Si parla di cifre assurde.

L’eredità di Raffaella Carrà

Raffaella Carrà è morta il 5 luglio 2021 a causa di un tumore polmonare contro cui combatteva da tempo. Nessuno era a conoscenza della sua malattia se non poche persone a lei vicine e i suoi familiari.

A dare il triste annuncio della sua dipartita è stato Sergio Japino, suo compagno per tanti anni nella vita e nel lavoro.

Secondo il coreografo è stato espresso desiderio di Raffaella non divulgare notizie sul suo stato di salute.

La showgirl voleva che il pubblico avesse sempre di lei il ricordo di una donna energica e piena di luce così come si era fatta conoscere tanti anni prima entrando nelle case degli italiani con la sua solarità e la sua professionalità.

Raffaella è morta a 78 anni e ha lasciato una grossa fortuna. Ma chi erediterà la sua fortuna? E a quanto ammonta il suo patrimonio? Ecco che cosa sappiamo a riguardo.

Eredi e patrimonio della showgirl

Raffaella Carrà non ha avuto figli quindi non ha discendenti diretti a cui lasciare il suo patrimonio, tuttavia la nota showgirl ha cresciuto come se fossero stati i suoi figli naturali, Federica e Matteo Pelloni, i figli del fratello Renzo morto a 56 anni a causa di un tumore polmonare.

Si mormora che un terzo del suo patrimonio potrebbe essere devoluto proprio ai suoi amati nipoti. Secondo alcune indiscrezioni, Raffaella avrebbe destinato però una parte della sua immensa fortuna anche a istituti di beneficenza e ad alcuni dei bambini che aveva adottato grazie al suo programma Amore.

Nel 1997 la rivista Classe rivelò che la Carrà guadagnava all’incirca 2 milioni di lire all’anno. Se si moltiplica questa somma per tanti anni in cui ha lavorato in televisione, si può immaginare che il patrimonio della Carrà è davvero cospicuo.

Nel 1984 Raffaella fu anche protagonista di una spiacevole vicenda. Il presidente Bettino Craxi si infuriò tantissimo nell’apprendere la notizia che la conduttrice aveva negoziato con la RAI un rinnovo di contratto per un compenso di 6 miliardi di lire per 2 anni.

Raffaella inoltre ha acquistato in vita anche diversi immobili sia in Italia che all’estero, in Spagna. In Italia ha comparto negli anni ’90 tre case: una a Roma che era la sua residenza abituale, un’altra a Montalcino vicino Siena e poi una bellissima villa a Porto Santo Stefano. Insomma, la sua eredità è davvero immensa.