Busta paga, a dicembre 13esima più grande sorpresa a fine anno

Nuovi aumenti in busta paga: a dicembre la tredicesima mensilità sarà più sostanziosa. Ecco la sorpresa che il Governo riserva ai dipendenti statali!

aumenti-tredicesima-Lettoquotidiano
aumenti busta paga dipendenti pubblici-Lettoquotidiano

Sono in arrivo nuovi aumenti in busta paga per i dipendenti statali: l’Aran, l’Agenzia che tratta il rinnovo del contratto di lavoro del pubblico impiego con i sindacati accelera le trattative per arrivare ad un accordo per l’incremento di 104 euro lordi mensili nella busta paga di ogni dipendente statale.

Aumenti busta paga dipendenti statali: quali sono i cambiamenti in atto?

Ci sono interessanti cambiamenti che riguarderanno i percorsi di carrieristici nella Pubblica Amministrazione, che saranno recepiti in un nuovo contratto.

Nascerà l’area delle «elevate professionalità», con stipendi adeguati e una struttura similare a quella dei dirigenti.

All’interno della quarta area saranno inclusi i tecnici assunti con contratti a termine per il Pnrr.

Inoltre, per quanto concerne l’avanzamento carrieristico ci saranno «progressioni interne», attraverso promozioni “sul campo”, senza necessità di concorsi.

Si tratta di un nuovo ordinamento professionale che necessita dello stanziamento di nuove risorse finanziarie.

Lo stesso Premier Draghi, insieme al Ministro per la Pubblica Amministrazione Renato Brunetta, si è impegnato a reperire nella Legge di Stabilità risorse finanziarie.

E per gli smart workers? Brunetta mira ad una immediata archiviazione dello smartworking.

Lo stesso Ministro per la PA sottolinea che lo smart working:

“va ripensato assolutamente il lavoro da remoto, dobbiamo avere in presenza tutto il capitale umano pubblico che è fondamentale perché il Paese abbia una crescita non solo intensa ma anche duratura. Abbiamo bisogno del massimo della presenza, se ci sono le condizioni sanitarie di sicurezza ci dovranno essere anche le presenze”.

Aumenti tredicesima mensilità da dicembre 2021: a quanto ammontano gli incrementi?

La tredicesima mensilità è una mensilità aggiuntiva chiamata anche “gratifica natalizia”, che è riconosciuta a tutti i lavoratori dipendenti del settore pubblico e privato, con un regolare rapporto di lavoro.

La tredicesima mensilità non matura in caso di percezione di indennità di disoccupazione né durante il periodo di cassa integrazione.

La tredicesima corrisponde a 1/12 della retribuzione annuale lorda e si configura in uno stipendio lordo in base a 12 mensilità percepite.

Con il rinnovo dei contratti statali ai lavoratori della Pubblica amministrazione arriveranno aumenti di stipendi da 91 a 128 euro.

L’importo minimo sarà assicurato ai lavoratori delle amministrazioni locali, i quali potranno beneficiare di aumenti lordi di 91,21 euro, pari a un aumento annuo corrispondente alle tredici mensilità di 1.185,79 euro.

Ai dipendenti del settore scolastico, per i docenti e per il personale ATA, andrà un incremento annuo pari a 1.284,21.

Al personale sanitario (infermieri e operatori socio-sanitari del Servizio Sanitario Nazionale) andranno 97,35 euro mensili in più, per un incremento di 1.265,57 euro all’anno.

Più contenuti saranno gli aumenti degli stipendi degli impiegati dei Ministeri: l’aumento sarà di 94,58 euro mensili, pari a 1.229,59 euro all’anno, comprensivi di tredicesima.

busta paga aumento-Lettoquotidiano