Alessandra Celentano e il dramma della malattia: ecco perché non può più ballare

L’insegnante del noto talent, Amici di Maria De Filippi, non può più ballare a causa di una brutta malattia: scopriamo di cosa si tratta.

Non ha bisogno di presentazioni, è l’insegnante di ballo più temuta della storia dei talent show italiani, ma come mai non può più danzare? il motivo vi lascerà a bocca aperta.

Tutto su Alessandra Celentano 

Una delle prof di danza più discusse del talent di successo di canale 5, ma in pochi sanno che la nipote di Adriano Celentano ha alle spalle una carriera formidabile.

Da giovanissima si avvicina al mondo della danza studiando e perfezionandosi in Ungheria. Successivamente ha collaborato con grandissima maestri esibendosi alla Scala di Milano e l’Opera di Milano.

E’ diventata un personaggio pubblico grazie al programma di successo di Maria De Filippi, dove ricopre il ruolo di insegnante e coreografa.

Il suo amore per la danza l’ha sempre accompagnata, ma perché ora non può più ballare? scopriamolo

La malattia di Alessandra Celentano

Durante un’intervista rilasciata a DiPiù, la maestra ha rivelato che non può più ballare perché soffre di una sindrome particolare molto diffusa nei ballerini, si tratta della “sindrome dell’alluce rigido”.

Colpisce le articolazioni del primo dito del piede logorandole a poco a poco e provocando, di conseguenze, grossi problemi alle ossa e dolori atroci. E’ causato dalla eccessiva usura del piede e se curato in tempo, non è grave.

Leggi anche –> Alessandra Celentano, chi è la ex ballerina e coreografa di Amici 

Purtroppo, Alessandra Celentano ha trascurato questo problema e oggi non può più ballare, infatti, in passato ha raccontato:

“E’ stato un grande errore: tre anni fa sono arrivata al punto che, se non mi imbottivo di antidolorifici, non riuscivo nemmeno più a camminare”

Alessandra nel 2017 è dovuta ricorrere ad un’operazione, ma ad oggi non è ancora a riuscita a risolvere del tutto questo problema dato che non può fare nessun tipo di attività fisica intensa.