Kim Kardashian vittima di body shaming: “Avevano ucciso la mia autostima”

La prima gravidanza di Kim Kardashian non è stata affatto facile, I media hanno spesso giudicato il corpo della nota influencer: è arrivata addirittura ad odiare se stessa, scopriamo di più.

Quando era incinta della sua primogenita North, le cattiverie dei media sul suo corpo l’hanno fatta soffrire tantissimo: il terribile racconto.

Kim Kardashian, vittima di body shaming

Kim Kardashian, per colpa dei body shamer, durante la sua prima gravidanza, ha sofferto moltissimo.

Lo ha raccontato nel podcast di Kristen Bell e Monica Padman We are supported by, rivelando: 

Ero ingrassata molto. Odiavo come mi sentivo. Odiavo come apparivo. Avevo visto mia madre incinta, le mie sorelle incinte, e loro mi sembravano così carine… Ma per me non è stato così”.

Ma il suo umore è peggiorato quando i media l’hanno “brutalizzata”: 

“Non importa quanto uno sia famoso o quanto sia esposta la sua vita, nessuno merita di essere trattato con così tanta crudeltà.”

Il suo corpo in 6 settimane era molto cambiato e questo la faceva molto soffrire: 

“Dovevo anche subire la pressione di essere continuamente criticata e paragonata ad altre donne incinte. La mia autostima era a pezzi”.

Kim Kardashian, la difficile patologia

Kim ha anche parlato di un altro problema molto serio, che ha affrontato durante la prima gravidanza, ovvero la preeclampsia

Si tratta di una patologia caratterizzata dall’ipertensione che le causava un eccessivo gonfiore ai piedi e al viso

In più ha dovuto partorire in anticipo con un parto di emergenza

“È stato tutto folle. Non volevo più uscire di casa. Piangevo di continuo. Rivolevo il corpo che avevo prima della gravidanza”.

Dopo la nascita di North, che ora ha 8 anni, Kardashian ha sudato molto per tornare al suo peso forma, dato che aveva preso più di 31 chili: 

“Ero troppo imbarazzata per andare in palestra. Non volevo che la gente mi guardasse mentre cercavo di perdere peso. Nel garage faceva un caldo infernale in estate. Ma mi allenavo lì, con mia figlia vicino a me, nel passeggino”.

Un racconto di una situazione che tantissime donne conoscono. 

Grazie a queste sue dichiarazioni e alla sua forza, ha fatto sentire molte persone meno sole. 

Leggi anche –> Kim Kardashian, il marito confessa “Ho quasi ucciso mia figlia”