La clinica per rinascere, la storia di Raffaele: la sua incredibile trasformazione

Ricordate la storia di Raffaele nel reality ‘La clinica per rinascere’? Non lo riconoscerete più, la sua trasformazione è stata davvero clamorosa.

Sei episodi, uno per protagonista, che raccontano storie di persone obese che hanno deciso di prendere in mano la propria vita e cambiarla.

Tutto questo grazie all’aiuto del Dott. Cristiano Giardiello, Direttore del Dipartimento di Chirurgia della Clinica Pineta Grande di Castel Volturno in provincia di Caserta.

Raffaele a “La clinica per rinascere”

Raffaele ha deciso di partecipare alla prima edizione de ‘La clinica per rinascere’, per cambiare totalmente la sua vita.

Lui è partito con un peso di ben 256 kg, una situazione davvero molto difficile.

Ma grazie al dottor Cristiano Giardiello, chirurgo della clinica Pineta Grande Hospital in Campania, è riuscito a riprendere in mano la propria vita.

Ha affrontato un percorso veramente complicato che l’ha messo a dura prova con se stesso.

Infatti, non sono mancati i momenti di sconforto, ma è proprio in quei momenti che ha capito la sua forza.

Raffaele, la clamorosa trasformazione

Raffaele è entrato nel programma con un peso di 256 kg con delle condizioni fisiche molto gravi.

Inizialmente ha perso 8 kg e successivamente altri 16 kg, solo così ha potuto sottoporsi all’intervento di chirurgia.

A distanza di 4 mesi dall’operazione, Raffaele è arrivato a pesare ben 161 kg, in totale ha perso 90 kg. 

Un traguardo grandioso che non si aspettava assolutamente di raggiungere.

Infatti, la sua trasformazione è davvero incredibile, lo ha anche confermato lo stesso dottor Giardiello.

Purtroppo non abbiamo altre informazioni su Raffaele, dato che è un uomo molto riservato, addirittura sembrerebbe non avere social.

Comunque il pubblico del reality show lo ha davvero molto apprezzato, per il suo animo buono e anche per il suo scioccante cambiamento.

Leggi anche –> Lee Sutton e Rena Kiser, 600 kg in 2 “Non riusciamo a fare l’amore”: dopo Vite al Limite la trasformazione