WhatsApp, una nuova funzione per le videochiamate: di cosa si tratta e quando ci sarà

In arrivo una super funzione davvero comoda per tutti: WhatsApp ha lanciato le “Joinable Group Videocall“.

Si tratta delle videochiamate di gruppo in cui possiamo entrare anche in un secondo momento.

Una funzione che è arrivata un po’ in ritardo rispetto alla concorrenza, ma scopriamo di più.

WhatsApp, come funzionano le nuove videochiamate

Può capitare di ricevere una videochiamata su WhatsApp e magari proprio in quel momento non possiamo rispondere. 

Magari perché stiamo facendo altro, oppure perché siamo in presenza di altre persone. 

Fino ad ora, chiunque per non perdere la chiamata poteva solo rispondere. 

Ma a breve ci sarà una funzionalità che rivoluzionerà le videochiamate della piattaforma. 

Stiamo proprio parlando di quelle di gruppo in cui potremo entrare anche in un secondo momento.

Avete letto bene, in poche parole se riceveremo una chiamata e la ignoreremo (o persino rifiuteremo), potremo ritrovarla nella lista delle chiamate e, se è ancora in corso e basterà fare tap sull’icona per entrare in chiamata.

Questa nuova funzione arriverà a breve, si vocifera che sarà disponibile da lunedì prossimo solo sulle app mobile per Android e iOS.

Purtroppo non sarò prevista per WhatsApp Desktop, dato che non è possibile fare videochiamate e chiamate di gruppo.

Videochiamate WhatsApp: tutto quello che ancora manca

Come tutti sappiamo, le videochiamate di gruppo sono state attivate da WhatsApp a metà 2018, a cui possono partecipare massimo 4 persone. 

Ma ad aprile 2020, durante la pandemia, è stato reso disponibile il limite di 8 partecipanti. 

Infine, a breve arriverà la possibilità di entrare nella chiamata in un secondo momento. 

Le videochiamate WhatsApp restano comunque una funzione che riguarda le conversazioni private. 

Purtroppo continuano a non esserci tutti gli strumenti che potrebbero permettere alla piattaforma messaggistica di diventare uno strumento utile al mondo del business.

Leggi anche –> WhatsApp: ecco il metodo per far sparire un contatto senza bloccarlo