Rosanna Vaudetti, l’ex conduttrice di Giochi senza frontiere confessa: “Ero stata esclusa”

Ecco cos’ha rivelato l’ex conduttrice di Giochi senza frontiere, nel corso di un’intervista che ha lasciato tutti allibiti.

Avete presente Rosanna Vaudetti? Si tratta di una delle conduttrici italiane più amate.

Rosanna Vaudetti conduttrice Giochi senza frontiere

La donna si è fatta conoscere dal pubblico principalmente per la conduzione di Giochi senza frontiere. Ora la donna si lascia andare a incredibili confessioni, che stanno facendo il giro del web.

Il successo di Rosanna Vaudetti

Rosanna Vaudetti è una professionista seria e competente, molto amata dal pubblico televisivo italiano, che ha sempre seguito con costanza le trasmissioni da lei condotte.

La più importante è stata sicuramente Giochi senza frontiere, un programma di intrattenimento nel quale i concorrenti appartenenti a ciascuna nazione dovevano sottoporsi a una serie di prove e guadagnare punti.

Rosanna Vaudetti ha condotto Giochi senza frontiere sul Secondo Canale dal 1971 al 1975 e su Rete 2 dal 1976 al 1977.

Inoltre, è stata al timone di una trasmissione su questa scia, chiamata Giochi sotto l’albero e andata in onda sulla Nazionale nel 1971 e nel 1972, mentre sul Secondo Canale nel 1973.

L’intervista choc della conduttrice: “Ero stata esclusa”

Ospite della trasmissione di Pierluigi Diaco, Io e Te, Rosanna Vaudetti si confessa e racconta un episodio risalente a parecchi anni prima, quando fu esclusa dalla conduzione di un programma.

La signorina buonasera ha rivelato che all’epoca dei fatti si trovava all’estero e per questo fu esclusa dalla conduzione di una trasmissione, che stava per essere affidata a qualcun altro:

“Stavano addirittura facendo i provini, ma io mi presentai alla fine e scelsero comunque me.”

Pierluigi Diaco e Maria Giovanna Elmi, anche lei presente durante l’intervista, hanno colto con stupore e divertimento le parole di Rosanna Vaudetti.

La conduttrice è tutt’ora un personaggio amatissimo della televisione italiana, una protagonista che il pubblico non dimenticherà mai e del quale continua a sperare il ritorno.