“Mi ha ridotto in stato di semi schiavitù”. Claudio D’Alessio, odissea legale: l’ex colf lo mortifica senza pietà

Un duro attacco firmato Halyna Levkova. L’ex collaboratrice domestica di Claudio D’Alessio, figlio del noto artista partenopeo, non fa sconti e lo contesta senza perifrasi né indugi.

Claudio D'Alessio, figlio di Gigi D'Alessio
Claudio D’Alessio, figlio di Gigi D’Alessio

Halyna Levkova, ex collaboratrice domestica di Claudio D’Alessio, fa riecheggiare la sua verità e muove delle accuse pesanti contro il figlio del celeberrimo cantante partenopeo.

Claudio D’Alessio, valanga di fango e azioni legali da parte dell’ex colf

Claudio D'Alessio, figlio di Gigi D'Alessio

Una denuncia, quella contro Claudio D’Alessio, che non è nuova. A muovere le accuse è Halyna Levkova, l’ex collaboratrice domestica che ha dichiarato di essere stata minacciata e posta in stato di semi schiavitù:

“Non mi pagava da mesi. Quando perdeva le staffe alzava anche le mani. Non ce la facevo più. In più di una occasione mi ha detto che se lo avessi denunciato avrebbe chiesto aiuto alla malavita e fatto uccidere mio figlio”

Una minuziosa versione dei fatti che ha dell’incredibile:

“La telefonata di Claudio non la scorderò mai. Dopo avermi picchiata e cacciata di casa, mi ha chiamato mentre ero al pronto soccorso e mi ha detto: ‘Se mi denunci, faccio salire i miei amici di Napoli, quelli che tu sai, e faccio uccidere tuo figlio Ha provato a lanciarmi una sedia”

Accuse agghiaccianti che gettano ombre e sospetti sul figlio del celebre artista. Il prossimo 27 settembre Claudio D’Alessio dovrà recarsi in tribunale e rispondere alle domande del pubblico mistero, Mauro Masnaghetti.