Choc a Torino, 25enne decapitato in casa: arrestato un sospettato

Si tratterebbe di un connazionale della vittima, originaria del Bangladesh. Intanto, s’indaga sul movente dell’efferato omicidio.

omicidio Torino

Il corpo di Mohammad Ibrahim era stato trovato senza vita nella sua abitazione, nella notte tra martedì e mercoledì scorsi.

25enne bengalese trovato morto in casa

L’allarme è scattato poco dopo la mezzanotte di mercoledì, quando il coinquilino di Mohammad Ibrahim, 25enne originario del Bangladesh, ha scoperto il corpo del ragazzo nell’appartamento che condividevano a Torino, nel quartiere Cit Turin.

Il coinquilino, che era appena rientrato dal lavoro, ha immediatamente allertato le forze dell’ordine.

Gli inquirenti non hanno avuto dubbi si trattasse di omicidio. Mohammad è stato sgozzato da qualcuno che si era poi dato alla fuga, portando con sé anche l’arma del delitto.

Il 25enne lavorava come lavapiatti in un ristorante della zona, ma il martedì era rimasto a casa perché era il suo giorno di pausa.

L’ora del delitto è ancora incerta, ma diversi indizi la collocano intorno alle 19 di martedì sera, poco dopo che il coinquilino era uscito per recarsi al lavoro.

Leggi anche –> Sorprende i ladri in casa, architetto 49enne ucciso da un colpo di pistola: caccia ai malviventi

Arrestato un sospettato

Questa mattina, gli uomini della squadra Mobile hanno arrestato un giovane, sospettato di essere l’omicida di Mohammad.

Si tratta -come riferisce anche Tgcom24 – di un connazionale della vittima. 

Al momento il movente non è ancora stato accertato, ma sembra molto plausibile che la furia omicida del killer sia scaturita da un debito non pagato.

Il debito sarebbe stato contratto forse per celebrare un matrimonio combinato in Bangladesh, che poi era saltato. La vittima, rimasta a lungo senza lavoro per via del Covid, non era ancora riuscita a recuperare quella somma.