Sorprende i ladri in casa, architetto 49enne ucciso da un colpo di pistola: caccia ai malviventi

La tragedia è avvenuta la notte scorsa in un’abitazione di Piossasco, nel Torinese.

furto a Piossasco

La moglie della vittima ha allertato i soccorsi, ma per il 49enne non c’è stato nulla da fare.

Furto in casa finisce in tragedia

Un tentativo di furto costato la vita ad un uomo di 49 anni, Roberto Mottura.

La notte scorsa una banda di malviventi – erano almeno due – hanno scassinato una porta finestra dell’abitazione della vittima, in via del Campetto a Piossasco, Torino.

Immediatamente è scattato l’allarme. L’architetto è sceso a controllare, probabilmente c’è stata una colluttazione e Mottura è stato colpito da un colpo di pistola allo stomaco.

I ladri sono fuggiti via a mani vuote e la moglie del 49enne ha immediatamente allertato i soccorsi.

L’uomo è stato trasferito in codice rosso al vicino ospedale, ma le sue condizioni sono apparse subito gravissime e Mottura non ce l’ha fatta.

L’architetto, molto conosciuto in zona, lascia la moglie e un figlio di 12 anni.

Leggi anche –> Il Pontefice riceve la bambina ferita a Napoli: il commovente incontro tra Noemi e Papa Francesco

Ladri in fuga

I malviventi sono riusciti a fuggire. Sul caso stanno ora indagando i carabinieri della compagnia di Moncalieri e del comando provinciale.

Sul corpo di Roberto Mottura nei prossimi giorni verrà effettuato l’esame autoptico, per chiarire le cause esatte del decesso, anche se non sembrerebbero esserci dubbi.

“Non ha senso rischiare la galera per un furto dove non c’è niente da rubare. A mio figlio tutto questo è costato la vita”

ha raccontato Attilio Mottura, padre della vittima.

Sembra che quello della scorsa notte non fosse il primo tentativo di furto ai danni dell’architetto torinese.