Eleonora Daniele, Storie Italiane: “Denise è viva”. La rivelazione

Tornato alla ribalta dopo la falsa pista della ragazza russa, il caso di Denise Pipitone sembra destinato a continui colpi di scena.

caso Pipitone, Storie Italiane

Questa mattina, l’ennesima rivelazione è arrivata durante la trasmissione condotta da Eleonora Daniele su Raiuno.

Leggi anche: Eleonora Daniele di nuovo mamma

La rivelazione a Storie Italiane

L’attenzione mediatica sul caso della piccola Denise Pipitone è ancora altissima.

La storia della bambina scomparsa da Mazara del Vallo il primo settembre di 17 anni fa sembra sempre più vicina ad un punto di svolta.

A lanciare l’ennesima bomba è stata questa mattina l’ex pm, Maria Angioini.

Ospite di “Storie Italiane”, la trasmissione condotta da Eleonora Daniele su Raiuno, la pm che si occupò del caso nei primi mesi d’indagine si è detta convinta che Denise Pipitone possa essere ancora viva e possa fare presto ritorno a casa dalla sua famiglia.

Secondo la Angioini la bambina sarebbe stata rapita e poi salvata da qualcuno che la conosceva.

“Denise può essere viva e potrebbe tornare”

ha detto la pm.

Leggi anche –> Denise Pipitone, le intercettazioni dell’ex di Jessica Pulizzi a Chi l’ha visto?: “L’hai ammazzata?”

Il rapporto tra Anna Corona e Battista della Chiave

L’ex pm si è poi dilungata molto su quello che era il rapporto tra Anna Corona e Battista Della Chiave, il testimone sordomuto che ha raccontato di aver visto la piccola Denise Pipitone il giorno della sua scomparsa.

“Nel 2013, sottoposto a interrogatorio, Beppe Della Chiave ha dichiarato di non conoscere Anna Corona. Ma un testimone ha raccontato che si conoscevano da molto tempo. Si riunivano tutti insieme nella casa di via Rieti. In passato hanno perfino vissuto nello stesso palazzo in via Itria, sullo stesso pianerottolo. Non solo, La madrina di Jessica Pulizzi è la cognata di Beppe Della Chiave”

ha spiegato la pm ai microfoni di Raiuno.

L’orario d’uscita di Anna Corona

Un ulteriore elemento d’indagine è anche la presunta filma falsa che Anna Corona, ex moglie di Pietro Pulizzi, avrebbe apposto il giorno della scomparsa di Denise.

Quella mattina Anna Corona stava lavorando nell’albergo Ruggero II. La sua entrata era stata registrata alle 7.30, la sua uscita alle 15:30.

Il legale di Piera Maggio, Giacomo Frazzitta, ha chiesto una perizia calligrafica, per confermare che ad apporre la firma d’uscita quel pomeriggio sia stata proprio la madre di Jessica Pulizzi.

Nei giorni scorsi, infatti, intervistata da un’inviata de La Vita in Diretta, una ex collega di Anna Corona ha raccontato di essere stata lei a firmare l’uscita della Corona quel primo settembre del 2004.

Se la testimonianza venisse suffragata anche dalla perizia calligrafica, la madre di Jessica si ritroverebbe a non avere più un alibi per l’orario in cui la piccola Denise Pipitone sparì nel nulla.

Leggi anche –> Caso Pipitone, segnalata una ragazza in Ecuador: somiglianza impressionante con Piera Maggio

La testimonianza di Battista Della Chiave

Nelle ultime puntate della trasmissione Chi l’ha visto?, in onda su Raitre, è stata riesaminata la testimonianza di Battista Della Chiave, deceduto da alcuni anni.

L’uomo aveva dichiarato di aver visto la bambina proprio il giorno della sua scomparsa, il 1° settembre del 2004.

L’esperta Rai Laura Santarelli ha riesaminato l’interrogatorio del super teste ed ha fornito una nuova versione dei fatti.

Secondo i periti intervenuti nella trasmissione televisiva,  l’interprete della Procura avrebbe dato un’erronea interpretazione.

“Denise Pipitone è stata rapita da due uomini e portata via in moto e poi in barca. L’ha presa il ragazzo riccioluto di 25 anni con pizzetto e baffi portandola via con lo scooter. La bimba piangeva perché non aveva niente da mangiare poi le è stato dato da mangiare e si è calmata e addormentata”

avrebbe riferito Della Chiave, secondo gli esperti della trasmissione di Raitre.

Non solo: proprio dal magazzino in cui lavorava Battista Della Chiave sarebbe partita una telefonata alla madre di Anna Corona, proprio nel giorno della scomparsa di Denise.

Chi ha chiamato la madre di Anna Corona e per dirle cosa? A questa e ad altre decine di domande gli inquirenti stanno cercando di dare una risposta dopo anni di silenzi e omertà.