Reggio Emilia, salgono a 5 gli indagati per la morte di Saman Abbas: i genitori e lo zio fuggiti in Pakistan

Questa mattina nel registro degli indagati sono stati iscritti anche due cugini della giovane, scomparsa dall’aprile scorso, dopo aver rifiutato un matrimonio combinato.

saman Abbas, 5 indagati
Foto da Chi l’ha visto?

In un video analizzato nelle scorse ore dai carabinieri, sono state riprese tre persone, tra cui i cugini della 18, con pale e sacchi dell’immondizia. Si presume che la ragazza sia stata uccisa e seppellita nelle campagne vicino casa.

La scomparsa di Saman Abbas

È da oltre un mese che non si hanno più notizie di Saman Abbas, 18enne di origini pakistane, ma residente a Novellara, provincia di Reggio Emilia.

Lo scorso dicembre, quando era ancora minorenne, la ragazza aveva rifiutato un matrimonio combinato cui i suoi genitori volevano costringerla.

Così Saman si era rivolta ai servizi sociali di Novellara, che l’avevano quindi convinta a sporgere denuncia e a trovare rifugio in una casa famiglia.

Al compimento della maggiore età, lo scorso aprile, Saman era tornata a casa, dai suoi genitori, a Novellara. Da allora, della 18enne si sono perse le tracce.

I suoi genitori e lo zio sono rientrati in fretta e furia in Pakistan, con la scusa di assistere un parente.

Leggi anche –> Funivia Mottarone, il manovratore ammette: “Ho scritto il falso. Farò i conti con Dio”

Le indagini per omicidio

Intanto la ricerca di Saman Abbas si è tramutata in un’indagine per omicidio.

In un video analizzato nelle scorse ore dai carabinieri, si vedono tre persone che, la sera del 29 aprile scorso, si aggirano per le campagne di Novellara con pale e sacchi dell’immondizia.

Di questi tre soggetti ripresi in video, 2 sono stati identificati come i cugini della ragazza.

Sono stati quindi iscritti nel registro degli indagati, insieme ai genitori di Saman e ad uno zio. Al momento questi ultimi si troverebbero in Pakistan.

Per rintracciarli è partita una rogatoria internazionale. Su di loro pende l’accusa di omicidio, mentre in Italia continuano le ricerche del corpo della ragazza.