Monete rare, questi 50 centesimi possono valere sino a 20mila euro

Queste rare monete da 50 centesimi sono nel salvadanaio di molte persone che, però, ignorano il loro grande valore.

monete
Una monete raffigurante il re Vittorio Emanuele III è stata venduta per 21mila euro

Avere una di queste rare monete da 50 centesimi in casa significherebbe avere un vero e proprio tesoro. Come abbiamo imparato, infatti, le monete con errori di conio o antiche non vanno snobbate, anzi, sono proprio quelle che dobbiamo custodire con più cura.

Le monete con errori di conio o di produzione sono le più ricercate al mondo

Alcune persone buttano persino via le predette monete pensando siano false senza sapere cos’hanno davvero fra le mani. Sono proprio quest’ultimi, con errori di conio o appartenenti a lotti di produzione difettosi, infatti, i prodotti più ricercati dai collezionisti di tutto il mondo.

Per la precisione le monete da collezione si dividono in tre categorie: quelle con errori di conio, quelle prodotte in edizione limitata volte a commemorare un particolare evento storico ed infine i vecchi denari appartenenti a delle altre epoche storiche.

Sono molto ricercati anche gli spiccioli storici o coniati per particolari eventi

Non solo monete “difettose” controllate se nella vostra collezione o nel vostro salvadanaio si può nascondere qualche moneta antica. Ad oggi, infatti, i prezzi di entrambe le categorie sono alle stelle e vendendole potreste intascare un bel gruzzoletto.

Le monete più vecchie, infatti, conservano un enorme valore storico e persino collezionistico in molti casi. Per questo motivo, qualora ne aveste qualcuna a casa o in quella dei vostri parenti, sarebbe il caso di darci un occhio e soprattutto approfondire dettagliatamente l’argomento.

Nello specifico vi forniamo l’esempio del 50 centesimi di Vittorio Emanuele III del 1938, moneta che rappresentava il re e che è stata venduta recentemente ad un’asta per circa 21mila euro.

Leggi anche —> Ritrovata una moneta con un valore di oltre 600mila euro