L’Italia torna tutta in zona gialla, il ministro Speranza ha firmato l’ordinanza

L’indice di trasmissibilità continua a scendere, come già accaduto la scorsa settimana, e si attesta allo 0,78.

Italia torna zona gialla

Nessuna Regione supera la soglia critica per le terapie intensive, il cui tasso di occupazione scende al 19%.

L’Italia torna in zona gialla

Buone notizie in arrivo per il nostro Paese: da lunedì 24 maggio tutte le regioni italiane e le province autonome saranno in zona gialla.

Il ministro Speranza, dopo una consultazione con la cabina di regia, firmerà l’ordinanza.

L’indice di trasmissibilità, che per la seconda settimana consecutiva ha registrato una decrescita, si attesta allo 0,78. La scorsa settimana era allo 0,86.

Nessuna regione italiana supera la soglia critica delle terapie intensive, che sono occupate per il 19%.

Sotto la soglia di rischio anche le aree mediche.

il bollettino odierno ha registrato 5.218 nuovi casi Covid, mentre le vittime sono 218, in totale 125.028 da inizio pandemia.

I casi di Covid attuali sono 291.788 (-7.698). I guariti salgono a quota 3.766.660, con un incremento di 12.695.

I dati per ogni regione

Sono 393 i nuovi contagi da Coronavirus in Piemonte secondo il bollettino di oggi, 21 maggio.

Sono 42 i nuovi contagi da coronavirus oggi 21 maggio in Sardegna, 471 i nuovi contagi da Coronavirus nel Lazio.

In Calabria sono 253, 365 in Puglia. Nessun decesso e 13 nuovi contagi da coronavirus in Valle d’Aosta oggi.

Sono 38 i nuovi contagi da coronavirus in Friuli Venezia Giulia, 392 in Toscana.

Sono 176 i contagi da coronavirus nelle Marche oggi, 67 in Abruzzo.

Leggi anche –> Novara, Alberto Pastore si toglie la vita in carcere: nel 2019 uccise il migliore amico Yoan Leonardi