Treviso, morì carbonizzata insieme ad un’amica: arrestato il marito. Voleva il premio assicurativo

Nella deflagrazione morirono Franca Fava, 68 anni, e l’amica, Fiorella Sandre, 74 anni.

incendio Treviso arrestato 70enne

Il marito della 68enne è stato arrestato con l’accusa di duplice omicidio.

Il rogo costato la vita a due donne

Era il 10 giugno del 2020 quando in un terribile incendio a Castagnole di Paese, Treviso, morirono due persone.

Le due vittime, Franca Fava, 68 anni, e l’amica di famiglia, Fiorella Sandre, 74, si trovavano nell’abitazione della 68enne quando scoppiò l’incendio. 

Per le due donne non ci fu nulla da fare: morirono carbonizzate. L’incendio aveva colpito anche i magazzini annessi alla casa di via Feltrina andata in fiamme.

Nell’incendio era rimasto ferito anche il marito di Franca, che riuscì a mettersi in salvo prima che le fiamme divorassero l’intero appartamento.

L’uomo venne trasferito in ospedale in stato confusionale, ma fu immediatamente dimesso.

Sin da subito le indagini accertarono come l’incendio fosse di natura dolosa.

Arrestato il marito di Franca Fava

Dopo quasi due anni di indagine, questa mattina è stato arrestato il marito di Franca Fava.

Per l’uomo l’accusa è di duplice omicidio. Secondo quanto accertato dagli inquirenti, il 70enne avrebbe appiccato l’incendio per incassare il premio dell’assicurazione.

Quella drammatica mattina, la prima richiesta di aiuto giunse proprio da una delle due donne che in quel momento si trovavano nell’appartamento di via Feltrina.

Poco dopo una seconda chiamata: all’altro capo della cornetta c’era proprio il 70enne, che riferì di non riuscire più a trovare la moglie e l’amica che era con lei.

Quando i vigili del fuoco giunsero sul posto, per le due vittime non c’era ormai più nulla da fare. I loro corpi vennero trovati carbonizzati.

L’incendio distrusse non solo l’appartamento, ma anche i magazzini annessi.