Annamaria Mantile muore 4 giorni dopo il vaccino: aperta un’inchiesta sul decesso dell’insegnante

I familiari della donna hanno presentato una denuncia ai carabinieri, per accertare la veridicità dei fatti.

morte Annamaria Cantile dopo vaccino

Disposta l’autopsia sul corpo della docente. L’esame dovrà accertare le reali cause della sua morte.

Morta un’insegnante dopo il vaccino

Sarà l’esame autoptico a chiarire se via sia una correlazione tra la somministrazione del vaccino ed il decesso di un’insegnante 62enne, Annamaria Mantile.

La donna, originaria di Napoli, insegnava inglese all’Istituto Comprensivo Statale Cesare Pavese al Rione Alto.

Leggi anche: Vaccino, basta solo una dose per chi ha avuto il Covid

Lo scorso sabato – come riferisce Fanpage – aveva ricevuto il vaccino Astrazeneca, come previsto dalla campagna di vaccinazione per il corpo docente e scolastico.

Al momento dell’inoculazione sembrava essere andato tutto per il meglio, ma qualche giorno dopo il vaccino l’insegnante di inglese ha iniziato a stare male, accusando dolori e nausea.

Le è stata quindi somministrata una flebo e la situazione sembrava essere rientrata.

Poi, nelle scorse ore il drammatico epilogo. La donna ha accusato problemi respiratori ed un arresto cardiaco, a seguito del quale l’insegnante è deceduta.

Presentata una denuncia dai familiari: la procura apre un’inchiesta

La notizia della sua morte ha lasciato sgomenti familiari ed amici della docente.

La sua famiglia ha presentato una formale denuncia ai carabinieri, per chiedere che venga fatta chiarezza sulla morte di Annamaria Mantile.

Leggi anche: Tragedia muore il sub Simone Gasparo durante immersione

I militari dell’Arma hanno quindi disposto il sequestro della salma. Nei prossimi giorni verrà effettuata l’autopsia. Sarà l’esame autoptico a chiarire le reali cause della morte della donna.

Al momento non viene esclusa nessuna ipotesi, ma quella di una possibile correlazione tra decesso e vaccino sembra essere molto labile.

Si dovrà attendere l’autopsia per fare chiarezza sulla vicenda.

Per quanto concerne le reazioni avverse ai vaccini, nel primo rapporto mensile di AIFA relativo ai vaccini di Pfizer/BioNTech e Moderna, sono state segnalate 7.337 segnalazioni avverse su un totale di 1.564.090 dosi somministrate, di cui oltre il 92% riguardano sintomi leggeri.

Leggi anche: Svolta omicidio Ilenia Fabbri, in manette ex marito