“Non so quanto mi resta da vivere”. Barbara D’Urso sconvolta: confessione shock a Pomeriggio Cinque

Una frase delicata, pronunciata in assoluta libertà, urta la sensibilità di Barbara D’Urso. Nello studio di Pomeriggio Cinque Stefano Tacconi, ex portiere della Juventus, affronta un tasto dolente della sua vita.

Barbara D'Urso, Pomeriggio Cinque
Barbara D’Urso, Pomeriggio Cinque

Una confessione sconvolgente piove dopo pochissimi minuti di diretta. Siamo negli studi di Cologno Monzese, dove è da poco iniziata la puntata di Pomeriggio Cinque condotta da Barbara D’Urso.

Pomeriggio Cinque, intervista a cuore aperto a Stefano Tacconi

La prima intervista è a Stefano Tacconi, celebre ex portiere della squadra di calcio Juventus. Dopo una lunga e brillante carriera, il sessantaquattrenne milanese si abbandona allo sconforto e giunge ad una amara conclusione:

“Un anno e mezzo fa mi sono operato alla schiena, con due vertebre fratturate. Ho rischiato di rimanere sulla sedia a rotelle. Non so quanto mi resta da vivere, l’età avanza… Quest’anno ho perso tanti amici, come Paolo Rossi e Diego Armando Maradona”

Stefano Tacconi, Pomeriggio Cinque
Stefano Tacconi, Pomeriggio Cinque

Parole struggenti che turbano la conduttrice. Visibilmente scossa, Barbara D’Urso lo redarguisce così:

“Che vuol dire che non sai quanto ti resta da vivere? Hai 64 anni, non sei anziano… Siete una bella famiglia…”

Nel corso dell’intervista interviene in collegamento video Patrizia Groppelli, opinionista di Pomeriggio Cinque:

“Quello che hai detto non è rispettoso per chi sta male davvero: i malati terminali. Sembra che ti abbiano già fatto l’epitaffio”

Un esempio calzante che dovrebbe indurre Stefano Tacconi ad una profonda riflessione.