Incidente in monopattino a Genova, Federica Picasso morta a 34 anni: lascia una bimba piccola

La giovane mamma stava rientrando a casa, dopo aver accompagnato sua figlia a scuola, quando è stata travolta da un tir.

incidente monopattino morta Federica Picasso

Per Federica non c’è stato nulla da fare. La donna è morta praticamente sul colpo. Il conducente del tir che l’ha travolta è stato sottoposto all’alcol test e all’esame tossicologico.

Incidente mortale in monopattino

È avvenuto tutto in una frazione di secondo. Federica Picasso, 34enne di Genova, era a bordo del suo monopattino, quando è stata travolta da un camion.

L’incidente è avvenuto all’incrocio tra via Fereggiano e corso De Stefanis, nel capoluogo ligure.

Sembra che la donna avesse appena accompagnato la figlia di 6 anni a scuola e stava facendo ritorno verso casa.

L’incidente è avvenuto proprio nei pressi dell’istituto Maria Ausiliatrice. Nonostante il celere arrivo dei soccorsi, per la giovane mamma non c’è stato nulla da fare.

Stando ad una prima ricostruzione dell’incidente, sembra che Federica indossasse il casco, che però ha perso nell’impatto.

La 34enne avrebbe perso il controllo del velocipede, finendo sotto le ruote del tir che sopraggiungeva in quegli istanti.

Conducente negativo ad alcol e droga

Il conducente del camion, un 46enne italiano, è stato sottoposto all’esame tossicologico e all’alcol test ed è risultato negativo ad entrambi.

Quello di questa mattina è il primo incidente mortale in monopattino registrato a Genova.

Il conducente del tir ha raccontato, sotto choc, di non aver visto la donna e di non essersi accorto di nulla.

Sulla vicenda è intervenuto anche il Codacons:

 “Le disposizioni normative vigenti relative ai monopattini non appaiono adatte a garantire la sicurezza stradale, e non a caso in Italia si registra un incidente grave ogni 3 giorni che vede coinvolto proprio tale mezzo di locomozione”.

La dinamica del drammatico impatto sembra escludere, al momento, una responsabilità da parte del conducente del tir, che è già stato ascoltato dagli inquirenti.

Federica era una grande tifosa della squadra di calcio del Genoa, come dimostra il post commosso che il gruppo Facebook “Quelli che il Genoa” ha scritto in suo ricordo.