Vicenza, 37enne ucciso e lasciato morente in strada: interrogate due persone

L’uomo è stato aggredito, ucciso e lasciato in mezzo alla strada in provincia di Vicenza. Le condizioni erano troppo gravi per riuscire a salvarlo, gli operatori hanno fatto di tutto.

Grazie a dei video i carabinieri hanno fermato e interrogato due persone.

L’aggressione e le gravi condizioni dell’uomo

Un uomo di 37 anni è stato ucciso ad Arzignano, in provincia di Vicenza, lunedì in tarda sera.

Il corpo è stato ritrovato sulla strada, all’incrocio tra Via Alberti e Via Santo davanti al piazzale di un’azienda. Era in una pozza di sangue e completamente privo di sensi.

E’ morto poche ore dopo in ospedale, è stato trasportato d’urgenza in codice rosso dagli operatori del 118, hanno provato in tutti modi a rianimarlo ma purtroppo aveva subito un pestaggio troppo brutale, infatti le condizioni del 37 enne sono apparse subito disperate. 

L’uomo era di origine indiane, aveva 37 anni e si era stabilito da un pò di tempo qua in Italia ma senza fissa dimora.

I carabinieri sono andati sul posto per indagare e ricostruire la tremenda vicenda dell’omicidio, anche la polizia scientifica e il pm di turno si sono recati lì. 

Il video del pestaggio, ecco cosa è successo lunedì sera

Secondo quanto è emerso dalla ricostruzione degli agenti, l’uccisione è successa alle ore 22:00, prima del coprifuoco.

Gli inquirenti sono risaliti alle immagini grazie alle telecamere di videosorveglianza della zona che avrebbero già dato le prime informazioni sull’aggressione. 

Le immagini parlano chiaro e a compiere l’uccisione sarebbero stata più di una persona.

Probabilmente la discussione è degenerata a causa dell’alcol. La vittima in passato era già stata sanzionata per ubriachezza e per non aver rispettato le norme di sicurezza anti-covid.

I carabinieri dopo aver visionato i video hanno fermato due persone che sono state portate in caserma e interrogate.