Qual è il dolore di perdere un vero amore? Lo sa solo chi ha perso lei

Perdere l’amore vero, quello che abbiamo sognato per una vita intera, è molto doloroso e può essere equiparato solo ad un altro immenso dolore.

Amore materno, la perdita dell'amore vero

Il fortissimo impatto emotivo che comporta la perdita di un genitore, indipendentemente dall’età in cui questa si verifica, può scombussolare completamente la nostra vita. La relazione con la propria madre, in particolare, è qualcosa di estremamente profondo e viscerale.

La perdita di una mamma e la perdita di un amore

Nostra madre ci porta in grembo per 9 mesi, ciò significa che in quel periodo di tempo noi siamo letteralmente parte di lei. La relazione tra madre e figlio è una relazione simbiotica che impatta non poco sulla vita di ciascuno di noi. Per questo motivo, perdere la mamma è un colpo davvero devastante per chiunque di noi.

Inoltre, quella con nostra madre è la prima relazione d’amore che ciascuno di noi ha.
Cero, parliamo di amore platonico, ma per il bambino al di sotto dei tre anni il rapporto con la madre condivide le stesse caratteristiche di una relazione d’amore totalizzante. Su questo principio si basa quasi tutta la psicologia moderna.

L’amore vero nasce dall’amore materno

Sappiamo che nostra madre ci ama, non importa che cosa succeda nella nostra vita. Non importa che le cose ci vadano bene oppure male, che siamo belli o brutti, stupidi o intelligenti. Certo l’amore di una madre per il figlio è qualcosa di estremamente radicato nell’essere umano stesso, l’istinto materno è uno dei più forti che esistono. Un trucco dell’evoluzione? E sia: ma rifletterci sopra razionalmente non toglie nulla al suo carattere fondamentale.

Per questo e per mille altri motivi, perdere la propria madre è un colpo estremamente duro nonché una delle esperienze più traumatiche a cui, prima o poi, ognuno di no deve far fronte. Spesso la perdita della propria madre è fonte di veri e propri traumi psicologici e non sono pochi coloro che entrano in terapia per riuscire ad elaborare il lutto della perita di un genitore senza subire conseguenze a lungo termine.

L’unica consolazione – magrissima – è che ci passano tutti, ma come sempre nella vita si tratta di un passaggio che dobbiamo affrontare da soli, con l’unica consapevolezza che se fisicamente un genitore può abbandonare il figlio, l’amore che gli ha dato non lo lascerà mai.